L’ultimo successo risale a 13 anni fa con Mannini

S.Z. 03.11.2019

Delle 38 gare disputate a Verona, il Brescia ne ha vinte solo 6. Il primo successo risale al 13 novembre 032, grazie a Bonzi (tiro da lontano, non trattenuto da Olivieri, dal ’36 al ’40 portiere della Nazionale, che ha indossato la maglia di entrambe) e a Evaristo Frisoni, su rigore. Nella ripresa ha accorciato Andreoli. La formazione schierata dall’ungherese Gyorgy Hlavay comprendeva il mitico portiere Peruchetti. Queste le altre imprese. Con identico punteggio (2-1) è finita il 3 novembre ’63, nel vecchio Bentegodi, lo stadio vicino a piazza Bra. A segno Ottavio Bianchi (doppietta), con due fantastiche staffilate. Dopo il vantaggio, il Brescia ha subito il temporaneo aggancio di Joan, però ha avuto la forza di riportarsi in vantaggio, nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione del terzino Di Bari. Renato Gei ha utilizzato tra gli altri Brotto, Rizzolini, Mino Favini, De Paoli e Raffin. Era la stagione dei 7 punti di penalizzazione (all’inizio), e della promozione sfiorata di un soffio (al termine). In tre circostanze lo scarto è stato di 2 gol. Per l'esattezza: 3-1 sia nel ’40-41 (Dusi ha aperto, poi Renato Gei ha firmato una doppietta, e Conti ridotto le distanze) che nel ’55-56 (Carta, Buratti e Genero hanno vanificato il guizzo di Lonardi); 2-0 il 25 aprile ’99 (gol di Marino e di Antonio Filippini). Da notare che gli scaligeri di Cesare Prandelli (Brocchi, Italiano, Cammarata) occupavano il 1° posto e alla fine sarebbero stati promossi. ULTIMO EXPLOIT il 23 settembre 2006, gol di Daniele Mannini, con una sventola all’incrocio. I tecnici: Somma e Ficcadenti. In campo Viviano, Stankevicius, Mareco, Serafini, Del Nero, Possanzini (da una parte), Italiano e Cossu (dall’altra). Quindici i derby vinti dal Verona (il più recente: 4-2 nella notturna di lunedì 22 aprile 2013) e 17 i pareggi (2-2 il 2 marzo scorso, nell’ultimo confronto). © RIPRODUZIONE RISERVATA