Due sole vittorie al San Paolo L’ultima è lontana 21 anni

Andrea Pirlo: un gol al Napoli
Andrea Pirlo: un gol al Napoli
S.Z. 29.09.2019

Su 27 partite a Napoli il Brescia ne ha pareggiate 11 e vinte solo 2. Il primo successo, il 19 gennaio ’64, in B, è firmato da De Paoli (doppietta), Raffin e Pagani. E al momento della partenza, il pubblico del San Paolo saluta applaude i biancazzurri seduti sul pullman. Renato Gei schiera Brotto, Fumagalli, Di Bari, Rizzolini, Vasini, Ottavio Bianchi, Favalli, Azeglio Vicini, De Paoli, Raffin e Pagani. Partiti con una penalizzazione di 7 punti, i biancazzurri sfiorano la Serie A. Il secondo acuto 34 anni il 18 gennaio ’98, nella massima serie. Un 3-0 firmato Pirlo, Kozminski e Diana. Con esultanza doppia del mediano: per il 1° gol in carriera e per i miliardi sbancati all’Enalotto dai compaesani di Poncarale. Arbitro Collina. In panchina Paolo Ferrario. GENI. Il 18 gennaio '87 la partita del San Paolo viene decisa da una simulazione di Maradona. Sull’1-1 (Ferrara, Branco), Chiodini sfiora l’argentino, che cade a terra contorcendosi come morso da un serpente. L’arbitro, Coppetelli di Tivoli, tratto in inganno, indica il dischetto e Giordano su rigore fissa il 2-1. Maradona abbandona in lacrime, tra gli applausi dei tifosi, seduto sulle braccia di massaggiatori, come una statua della Madonna portata in processione. La caviglia... dolorante non gli impedisce, il giorno dopo, di volare in Giappone per un’amichevole dietro cospicuo assegno. Sabato 21 aprile 2001 è il giorno di Baggio. Il San Paolo pregusta il successo (rigore di Amoruso). Nel recupero Diana conquista una punizione e Baggio la trasforma nel definitivo 1-1: il viatico per la salvezza proprio ai danni del Napoli. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >