Brescia, porta senza confini Vicino il finlandese Joronen

Jesse Joronen, 26 anni, portiere finlandese del CopenaghenAlfredo Donnarumma, 28 anni: ha vinto la classifica dei cannonieri della Serie B con 25 reti FOTOLIVE
Jesse Joronen, 26 anni, portiere finlandese del CopenaghenAlfredo Donnarumma, 28 anni: ha vinto la classifica dei cannonieri della Serie B con 25 reti FOTOLIVE
Fabio Pettenò 15.06.2019

Chi si aspettava una smentita ufficiale alle pesanti dichiarazioni dell’agente Mario Giuffredi, procuratore di Alfredo Donnarumma, Emanuele Ndoj e Bruno Martella, è rimasto deluso. «Il presidente Cellino ha chiamato i miei calciatori e gli ha intimato: o cambiate agente o andate da un’altra parte». Le dichiarazioni clamorose di Giuffredi. Massimo Cellino, il grande accusato, non ha replicato. Nessun comunicato ufficiale sul sito del club, nemmeno via Facebook. Nessuna smentita quantomeno per smorzare i toni di una polemica che ha lasciato strascichi pesanti. IL BRESCIA ha preferito il silenzio studiando le eventuali mosse per ricucire lo strappo considerato che i tre calciatori sono ritenuti fondamentali nell’ossatura della squadra per il campionato di Serie A. La notizia della rottura tra i tre calciatori e Cellino ha infiammato il mercato. Numerose società si sono messe in gioco per avere i tre gioielli della rosa biancazzurra. Ma Giuffredi, a quanto pare, non chiude a una possibile mediazione e attende una chiamata da Cellino. E la mediazione potrebbe essere affidata al nuovo direttore generale Andrea Cardinaletti, da un paio di giorni in pianta stabile negli uffici di via Solferino. Manca l’annuncio ufficiale ma nelle ultime ore l’operatività dell’ex di Ascoli e Palermo indica che la fumata bianca è davvero vicina. CELLINO tira dritto per la sua strada. Chiuso nel suo ufficio, il numero uno del Brescia sta tessendo una ragnatela di contatti. L’obiettivo: trovare l’occasione giusta per acquistare rinforzi. In dirittura d’arrivo due operazioni: l’acquisto del laterale di difesa Dusan Basta e del portiere Jesse Joronen. Il difensore serbo, classe ’84, è in uscita dalla Lazio dopo che il club di Lotito ha deciso di non rinnovargli il contratto in scadenza. Basta ha già fatto sapere di gradire Brescia. Dal 2014 con la Lazio ha collezionato 88 presenze con una rete. Lo scorso anno solo 2 apparizioni in Europa League. Poi è stato accantonato da Simone Inzaghi nonostante la duttilità: può giocare come esterno di difesa e centrocampo. Per la porta probabile uno straniero. Trattativa in fase di definizione per Jesse Joronen del Copenaghen. Classe ’93 il portiere finlandese - al quale è stato proposto un triennale - vanta 38 presenze in questa stagione, 6 in Europa League. E nel preliminare contro l’Atalanta fu decisivo per la qualificazione della squadra danese, parando l’ultimo rigore a Cornelius. Per la trequarti il sogno rimane Emanuele Giaccherini del Chievo Verona. Per imbastire una trattativa il Brescia attende il rientro dalle vacanze del calciatore, il quale ha confermato la volontà di cambiare aria. Stessa situazione per Perparim Hetemaj: il mediano finlandese è uno dei rinforzi graditi dall’allenatore Eugenio Corini. Per l’attacco sempre alte le quotazioni di Marco Sau della Sampdoria, ma è Andrea Pinamonti l’idea di Cellino, rafforzata dopo l’ottimo Mondiale Under 20 della punta cresciuta nell’Inter. In uscita il Livorno ha chiesto al Brescia per il fantasista Luca Tremolada. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >