La Virtus Brescia c’è: l’aggancio ai play-out non è più solo utopia

Oscar Mensah (Virtus Brescia)
Oscar Mensah (Virtus Brescia)
M.C.24.03.2019

La Virtus Brescia schianta Casalmaggiore e si porta a -2 dal penultimo posto in classifica, occupato proprio dai cremonesi. Dalcò e compagni ribaltano il -24 dell’andata e possono tornare a sperare nell’aggancio ai play-out. In avvio Brescia si fa apprezzare per buone combinazioni in attacco. La Virtus non è cinica nel gestire i vantaggi, mentre Casalmaggiore sorprende facilmente passando a zona in difesa a cavallo tra primo e secondo quarto. Si va all’intervallo sul 32-28. Alla ripresa Dalla Longa mette il turbo, tutti i suoi compagni danno seguito agli sforzi in ogni azione finché tutto questo pragmatismo sfocia in un episodio difficile da gestire. Dalla Longa commette un brutto fallo, non intenzionale, ai danni di Fornari poi soccorso dall’ambulanza. Ne nasce una zuffa, risolta con qualche spinta e qualche espulsione. NEL MOMENTO di maggior confusione Brescia trova la lucidità per continuare la propria marcia, con i tiri di Thioune e Veronesi che appaiono chirurgici nell’ultimo quarto. Casalmaggiore sembra immobilizzata, i «citizens» volano e ribaltano la differenza canestri. E ora la Virtus promette battaglia nelle ultime cinque sfide per conquistare i playout. •