La Valsabbina Millenium si spegne con il fanalino

La delusione sul volto delle giocatrici bresciane FOTO RONZANIIl libero bresciano Francesca Parlangeli in ricezione FOTO RONZANIValeria Caracuta alza per Symone Speech: trasferta da dimenticare per la Valsabbina FOTO RONZANI
La delusione sul volto delle giocatrici bresciane FOTO RONZANIIl libero bresciano Francesca Parlangeli in ricezione FOTO RONZANIValeria Caracuta alza per Symone Speech: trasferta da dimenticare per la Valsabbina FOTO RONZANI
Biancamaria Messineo 17.11.2019

Niente vittoria, niente «top 4». Le ambizioni della Valsabbina Millenium si spengono a Perugia di fronte a una Bartoccini Fortinfissi che conquista i primi tre punti della propria stagione. Da fanalino di coda la squadra umbra risale a quota 5, confermando la crescita già evidenziata nel corso delle ultime partite, e bloccando la marcia delle ragazze di Enrico Mazzola che non riescono a reagire in maniera decisiva. Senza la titolare Jessica Rivero, ancora ferma a causa di un infortunio muscolare, la Millenium ricorre a Jones Perry e a Biganzoli che si alternano in banda. Ma sul prova di Perugia influiscono molti altri fattori. In primis un avversario in gran forma, trascinato da una Montibeller capace di mettere a terra 27 punti in soli 3 set, da una Bidias molto precisa e da un gioco a rete più efficace. Risultato: Brescia si schianta e incassa il quarto stop stagionale. LE LEONESSE non riescono a mettere seriamente in difficoltà le padrone di casa già a partire dal primo set, con la Bartoccini che parte meglio e passa dal 3-1 al 7-4. Il gioco a rete bresciano subisce quello di Perugia, che mura e attacca meglio, con il punteggio che sale sul 12-6. Mazzola è costretto a chiamare il time-out e le leonesse sembrano aver capito: in pochi minuti recuperano lo svantaggio con un break di 0-5, ma non riescono a pareggiare e la Bartoccini sfrutta l’occasione per mantenersi in vantaggio di un paio di punti, guidata da una scoppiettante Montibeller e da una Bidias in partita. Mingardi ricuce le distanze sul 19-20, Perugia risponde con una fast, le bresciane provano a mettere a terra qualche attacco, ma le avversarie difendono bene e, alla fine, chiudono con un maniout di Montibeller sul 25-22. LA SITUAZIONE non cambia nel secondo parziale: Perugia sembra sempre avere una marcia in più e continua a rimanere avanti (7-5), poi un muro e un attacco di Speech riportano tutto in parità e un muro di Perry su Angeloni lancia le leonesse versi il vantaggio. Ma dura poco, perché le umbre continuano a lottare su ogni pallone e si prosegue punto a punto fino al 13-13. La difesa perugina è imperforabile e il gioco diventa più affilato, con Montibeller che inizia un monologo attaccando, murando a più non posso e trascinando le compagne fino al 20-16. La Millenium tenta di ribattere e impatta sul 22-22 con un muro di Segura, ma è ancora Montibeller che con un attacco e un muro conquista il primo set point. Sfruttato a pieno dalle perugine, che chiudono con un muro su Mingardi sul 25-22. La reazione bresciana pare arrivare nel terzo set, quando Caracuta e compagne allungano fino all’1-4, ma Perugia rimonta e, dopo il pareggio sul 7-7, ribalta il risultato portandosi sul 15-10. Montibeller è inarrestabile, Bidias la spalleggia e le perugine rimangono sempre avanti. Sul 22-17 la Millenium mette a segno un break di 0-5 e impatta sul 22 pari, ma è di nuovo Montibeller a non lasciare scampo, portando il punteggio sul 24-22. Una schiacciata out di Mingardi consegna poi il match alle avversarie sul 25-23. • © RIPRODUZIONE RISERVATA