La Gardonese soffre tiene duro ma alla fine può festeggiare

Nemanja Rakic
Nemanja Rakic
C.C.25.03.2019

Prima soffre, poi recupera e allunga. La Migal Gardonese è costretta a sudare le proverbiali sette camicie ma alla fine riesce a superare l'Arcisate Valceresio, che chiude avanti il primo tempo e per tre quarti risponde colpo su colpo ai triumplini. Accini e compagni fanno valere il maggior tasso tecnico. «Era una partita che dovevamo portare a casa a tutti i costi e dopo un brutto inizio, complice un approccio molle, siamo riusciti a cambiare marcia» ha spiegato coach Vincenzo Lovino. L’Arcisate un po' a sorpresa si è ritrovato avanti di 10 punti dopo 2:30 di gioco (2-12). Un inizio shock per i triumplini che hanno chiuso sotto il primo periodo (18-24) ma sono riusciti a recuperare quasi tutto lo svantaggio a metà gara con la tripla di Prestini sulla sirena che ha riportato a contatto i locali (37-39). A inizio ripresa gli ospiti hanno allungato ancora (37-46 al 24') ma è stato l'ultimo sussulto di Arcisate, che poi ha subito una dietro l'altra le triple di Accini (2), Atienza e Rakic che hanno girato l'inerzia (56-53). Sulle ali dell'entusiasmo i triumplini sono riusciti a dettare legge. •