Germani, la grande impresa per tenere vive le ambizioni

La guardia americana Jared Cunningham, 27 anni: è in dubbioAwudu Abass, 26 anni: con Moss e Vitali è uno dei 3 giocatori della Germani con un passato a Milano
La guardia americana Jared Cunningham, 27 anni: è in dubbioAwudu Abass, 26 anni: con Moss e Vitali è uno dei 3 giocatori della Germani con un passato a Milano
Alberto Banzola 20.04.2019

Un autentico spettacolo: la sfida serale tra Brescia e Milano (contesa ore 20,30) sarà uno spettacolo nello spettacolo. E non per la presenza sul parquet della squadra allenata da Simone Pianigiani: questa è la giornata biancoblù e si festeggiano i 10 anni di vita della società nata il 1 luglio 2009 per volere del patron Matteo Bonetti e della presidentessa Graziella Bragaglio. Insieme al match sponsor Ubi, questa sera si vivranno emozioni forti, con oltre 5000 magliette commemorative che verranno distribuite al palazzetto a tutti gli spettatori, una coreografia di cartoncini, la possibilità di vincere un incontro con i giocatori per i tifosi che parteciperanno a un gioco attraverso una App apposita (Ubi Play AR). E tante altre iniziative: come la premiazione dei giocatori della nazionale Abass, Sacchetti e Vitali e il battesimo di una serie di 8 nuovi «ambassador» della Leonessa, tra cui Udo Marusic. SUL PIANO strettamente cestistico in campo ci sarà una sfida tra la capolista della serie A, che contrariamente ai pronostici di inizio stagione sta faticando molto più del previsto, è la Leonessa che da 11ª forza del campionato vuol provare a dare un senso a questo finale di stagione, rovinato nel momento della rimonta verso i play-off dagli ultimi 2 insuccessi contro Cantù e Cremona. In campo si daranno battaglia i due assistman di questa stagione: da un lato il nostro Luca Vitali (media 5,4), dall’altro Mike James (5). Venendo alla classifica, il tipico scontro Davide Vs Golia può ancora servire a Brescia per provare per l’ultima volta una rincorsa ai play-off: una sconfitta chiuderebbe a titolo definitivo questa chance (molto improbabile in verità), che dipende dal risultato finale della partita odierna in definitiva e dalle vittorie nelle prossime uscite. Oggi però la squadra e il pubblico vogliono godersi al massimo la partita contro i primi della classe: potrebbe rientrare Cunningham, fuorigioco nelle ultime 2 partite. Solo in giornata si deciderà se farlo giocare o meno: ieri ha effettuato soltanto la prima parte di allenamento e sebbene qualche minuto di qualità sarebbe molto importante, le percentuali di una sua presenza in campo sono minime. MILANO dovrebbe escludere Omic dalle rotazioni, dando spazio alla front line con cui L’Olimpia fece fuori Brescia lo scorso anno nelle semifinali dei play-off. Per cercare di arginare la spinta dei biancorossi, coach Andrea Diana chiede tanta concentrazione in difesa e fondamentali saranno le prestazioni degli ex David Moss ed Abi Abass, che insieme a Luca Vitali, formano il trio con passato all’Olimpia, mentre nella fila di Milano ci sarà l’ex Germani Christian Burns. E sarà una serata importante anche per la tifosa Giusy Paletti, immancabile supporter della Leonessa: dopo il malore che l’aveva colta in occasione della sfida con Sassari, Giusy a distanza di 4 mesi farà ritorno in curva nord. La partita verrà preceduta dall’inno nazionale francese: Legabasket ha voluto in questa maniera mostrare la propria vicinanza al popolo transalpino dopo l’incendio che ha distrutto Notre-Dame. I tifosi non hanno apprezzato e sia quelli di casa, che quelli di Milano in trasferta al PalaLeonessa, protesteranno cantando l’inno di Mameli al termine dell’esecuzione della marsigliese. • © RIPRODUZIONE RISERVATA