C Silver, Verola punta a crescere

Andrea Saresera (Verolanuova)Alessandro Bertini (V. Brescia)
Andrea Saresera (Verolanuova)Alessandro Bertini (V. Brescia)
C.CAN. 15.11.2019

Fin qui ha steccato le partite contro le squadre di rango e ora è chiamata al salto di qualità. La Lic Verolanuova, che in campo stasera a Mantova contro il San Pio, è reduce dalla sconfitta contro la capolista Seriana, ancora imbattuta, e già in precedenza in campionato era stata battuta da Ome e Ospitaletto. Sia contro quest’ultima che contro la prima della classe i bassaioli avrebbero però anche potuto ottenere i due punti. «Abbiamo giocato contro tre buone squadre e perso tre volte - non cerca scuse coach Stefano Poli - Dal punto di vista della prestazione siamo andati in crescendo, ma dobbiamo riuscire ad alzare l’intensità. San Pio ha un roster di un certo livello, ma credo che possa mettere in campo molta meno intensità di Seriana e quindi questo può essere un aspetto determinante». ALLA SFIDA con la capolista Seriana stavolta, dopo Verolanuova, sarà chiamata Manerbio. «Una partita senza troppe pressioni - commenta coach Giovanni Marchetti - Affronteremo l’impegno lavorando soprattutto su noi stessi, anche perché siamo in un momento di involuzione tecnica e dobbiamo pensare a fare bene soprattutto le nostre cose. Ma questo non vuol dire ovviamente che non proveremo a vincere il match». Interessato a questa sfida ci sarà anche Ospitaletto, che ha battuto sabato scorso Manerbio e spera di agganciare prima o poi in testa alla classifica la Seriana. «Siamo contenti di quello che stiamo facendo, dobbiamo continuare a cavalcare questo momento positivo - esprime la sua soddisfazione l’allenatore dei green, Gianluca Peli - Detto questo però dobbiamo avere il massimo rispetto per Dalmine perché queste sfide - i bergamaschi non hanno ancora vinto - mi fanno sempre un po’ di paura. Ovviamente la differenza di tasso tecnico c’è, ma dobbiamo giocare con determinazione e testa». Dopo la beffa contro Casalmaggiore vuole invece ripartire l’Ome, che se la vedrà con la Blu Orobica Bergamo. «Abbiamo metabolizzato la sconfitta - analizza coach Luca Pogliani - Adesso però ci aspetta un’altra partita da prendere con le pinze, contro una squadra giovane, ma talentuosa». La Virtus Brescia invece, davanti al pubblico amico, cercherà di rendere la vita difficile ai mantovani dell’Asola, secondi in classifica. • © RIPRODUZIONE RISERVATA