Atalanta da dimenticare La Dinamo la travolge 4-0

Gian Piero Gasperini
Gian Piero Gasperini
19.09.2019

Segnatevi questo nome: Dani Olmo. Ne sentirete parlare a lungo. Il centrocampista spagnolo è infatti l’assoluto protagonista nella lezione di calcio che la Dinamo Zagabria infligge all’Atalanta (4-0), il cui debutto da sogno in Champions League si trasforma presto in un brutto incubo. Se le quattro reti dei padroni di casa portano le firme di Leovac (10’) e dell’imprendibile Orsic (31’, 42’ e 68’), a rubare l’occhio è l’ex del Barcellona, già protagonista all’ultimo Europeo Under 21: la leggerezza con cui si muove, la pulizia tecnica, le letture di gioco, ad appena 21 anni, sono degne per scomodare paragoni importanti. Un volpone come De Roon è annichilito di fronte a cotanta magnificenza e Dani Olmo - scambiato con la meteora Halilovic, ancora di proprietà del Milan ma in prestito all’Heerenven - è l’architetto delle quattro reti croate. Una punizione severa, durissima, brutale per l’Atalanta. E il riscatto di tanti bocciati dal nostro campionato: Petkovic-Orsic, e Bjelica,

1 2 3 4 5 6 >