La Feralpisalò
smarrisce la rotta. L’Airone
la riporta in linea di volo

Uno stacco di Michele CaniniL’esultanza di Andrea Caracciolo dopo aver realizzato l’1-1 contro il Sudtirol.Per la Feralpisalò un punto in casa dopo 7 successi consecutivi
Uno stacco di Michele CaniniL’esultanza di Andrea Caracciolo dopo aver realizzato l’1-1 contro il Sudtirol.Per la Feralpisalò un punto in casa dopo 7 successi consecutivi
Sergio Zanca 04.03.2019

È finito in parità il duello d’alta quota tra la Feralpisalò, che aveva collezionato la bellezza di 7 vittorie consecutive, e il Sudtirol, imbattuto nel 2019. Hanno segnato, in un paio di minuti, l’ex Romero e Andrea Caracciolo. L’Airone ha firmato l’undicesima rete stagionale, raggiungendo in vetta alla graduatoria dei bomber Lanini (Imolese) e Granoche (Triestina). I gardesani non hanno approfittato del mezzo passo falso della capolista Pordenone (1-1 interno con la Sambenedettese) e della Triestina (1-1 a Gorgonzola contro la Giana): la classifica è rimasta invariata. IL RIMPIANTO maggiore, però, è del Sudtirol, compagine dalla manovra lineare e pungente, capace nel primo tempo di assumere l’iniziativa per lunghi tratti, e di costruire tre nitide occasioni da gol: due vanificate dalla traversa, su colpi di testa di Vinetot e Romero; l’altra da un rinvio di Caracciolo sulla linea (conclusione di Casale, sempre in acrobazia). Rischiato il crollo per la migliore abilità creativa degli avversari, bravi soprattutto nell’impostazione a centrocampo, la Feralpisalò è cresciuta nella ripresa. Nonostante l’assenza di Caracciolo, rimasto negli spogliatoi per un indolenzimento muscolare, ha sfiorato 2 volte il vantaggio: col tandem Paolo Marchi-Scarsella (rinvio sulla linea di Mazzocchi) e con Magnino (parata del portiere sulla linea: molti si sono chiesti se il pallone non l’avesse superata del tutto). VITA getta la spugna, e la sua assenza si avvertirà moltissimo. A causa di una botta in testa subita nella rifinitura di sabato, lo staff medico preferisce tenerlo a riposo. Al pari di Guidetti, dolorante alla schiena. Tra i pali De Lucia. Reparto arretrato composto da Legati, Canini, Giani e Contessa. Pesce in cabina di regia, piazzato davanti alla difesa. Magnino e Scarsella mezze ali, con libertà di inserimento. Rientra Ferretti, che agisce al fianco di Maiorino. Caracciolo è la torre di riferimento d’area. Il Sudtirol propone il consueto modulo: 3-5-2. L’ex Berardocco parte dalla panchina. In cabina di regia De Rose, ai cui fianchi si muovono Tommaso Morosini, fratello di Leonardo del Brescia, e Fink. In attacco il rapido Mazzocchi e il corazziere Romero. Nella fase iniziale gli ospiti si affacciano pericolosamente in avanti con De Rose (il portiere alza), Fink, con una fiondata che sibila alta di poco, e Romero (prima schiaccia di testa a lato, da posizione favorevole, poi impegna De Lucia). La Feralpisalò manca di precisione nei passaggi, e fatica ad avvicinarsi all’area avversaria. Al 27’ Sudtirol in vantaggio. Incursione centrale di Morosini, che allarga sulla destra per Romero: diagonale preciso e imprendibile. L’ex non esulta, per rispetto nei confronti dei tifosi gardesani, che lo hanno sostenuto calorosamente nei due anni e mezzo di permanenza sul lago. Ma ci pensano Pesce (con uno splendido lancio verticale) e Caracciolo ad aggiustare subito le cose. L’Airone scatta, resiste al contrasto di Casale, e fulmina Nardi: 1-1. Gli alto atesini non demordono. E danno vita a quattro minuti di fuoco. Al 33’ testa di Casale su angolo di Morosini: Caracciolo respinge sulla linea. Al 36’ traversa colpita da Vinetot. Al 37’ altra traversa, stavolta di Romero. All’inizio della ripresa Mattia Marchi prende il posto dell’Airone, infortunato. Al 10’ l’attaccante Ferretti lascia al difensore Paolo Marchi. Al 13’, su angolo di Maiorino, e tiro al volo di Pesce, si accende una mischia furiosa, con Paolo Marchi e Scarsella che toccano debolmente da 2 passi: Mazzocchi allontana. Al 32’ inserimento di Magnino, che colpisce da distanza ravvicinata: Nardi si accartoccia sul pallone. Gol, non gol? L’arbitro fa proseguire. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

CORRELATI