Addio a Gigi Simoni

Gigi Simoni: Brescia lo piange
Gigi Simoni: Brescia lo piange
22.05.2020

Se ne è andato dopo aver lottato a lungo, a 81 anni, Gigi Simoni. L'allenatore gentiluomo che nel '79/80 conquistò una storica promozione in Serie A alla guida del Brescia, dopo averne ottenuta una sul campo da giocatore nel '68/69, si è spento per le conseguenze dell'ictus che l'aveva colpito nella sua casa di San Piero a Grado, in provincia di Pisa, il 22 giugno scorso. Ad assisterlo, la moglie Monica. Era tornato a casa a marzo, lasciando la clinica per motivi di sicurezza dopo lo scoppio della pandemia di Coronavirus. Le sue condizioni sono precipitate nelle ultime ore. Lunga e costellata di soddisfazioni la sua carriera. Da centrocampista, nel '62 ha vinto una Coppa Italia con il Napoli. Mantova, Torino, Juventus, Brescia e Genoa le sue tappe. Quattro i salti di categoria. Da allenatore ha sfiorato lo scudetto alla guida dell'Inter di Ronaldo, perdendo lo scontro diretto decisivo fra mille polemiche per la direzione dell'arbitro Ceccarini (soprattutto per il rigore non concesso al Fenomeno brasiliano dopo un contatto con Iuliano). Eletto allenatore del secolo della Cremonese (con cui ha vinto il Trofeo Anglo-Italiano) nel 2003, dal 2013 nella Hall of Fame del Genoa, ha vinto da tecnico 8 campionati: 7 le promozioni in A, una in C1.