Nel doppiofondo
la coca ma il cane
dell'Arma ha fiuto

Pastore tedesco delle unità cinofile
Pastore tedesco delle unità cinofile
13.01.2021

Brescia, spaccio di droga. Aveva ricavato un doppiofondo nel portabagagli con un’apertura a scatto, collegata a una leva nella parte anteriore dell’auto. Ma questo non è bastato a ingannare i carabinieri della Compagnia di Gardone Valtrompia che l'hanno arrestato con due chili di cocaina nel baule, per un guadagno ipotizzato di circa 160.000 euro.
Controlli e servizi proseguono per contrastare un fenomeno che non si arresta, nonostante l’emergenza sanitaria in corso. L’uomo è stato arrestato nel tardo pomeriggio di ieri in via Europa nel comune valtrumplino: a tradirlo è stata l’agitazione con cui ha fornito i documenti ai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gardone.
INSOSPETTITI dall’atteggiamento del giovane hanno compiuto una prima perquisizione dall’esito negativo e poi hanno chiesto la collaborazione dei colleghi del Nucleo Cinofili. Il fiuto del pastore tedesco ha aiutato i carabinieri a scoprire il nascondiglio che celava due panetti di cocaina pura dal peso di due chilogrammi. L'arrestato è un cittadino albanese 40enne residente a Bovezzo accompagnato alla casa circondariale “Nero Fischione” di Brescia.