Inseguimento e spari: fermata banda di ladri

Il materiale sequestrato dai carabinieri
Il materiale sequestrato dai carabinieri
08.06.2019

Doppio arresto dei carabinieri dopo un furto in abitazione a Bagnolo Mella; il tutto dopo che ieri pomeriggio quattro individui, con guanti e volto coperto da passamontagna, dopo aver forzato la porta d’ingresso si erano introdotti in una villetta bifamiliare in Bagnolo Mella appropriandosi di monili in oro. L’intrusione è stata notata da un passante che spaventato anche dal numero, dalla rapidità e dalla presenza fisica dei quattro uomini travisati, ha immediatamente allertato il 112. Si è allora mossa la centrale operativa della Compagnia di Verolanuova che ha immediatamente inviato sul posto le pattuglie disponibili. Così quella della stazione di Ghedi si è imbattutain uno dei quattro soggetti che, nel frattempo, si era posto alla guida di un Suv Bmw parcheggiato a breve distanza, mentre gli altri tre malviventi scappavano a piedi. Intanto cominciava un prolungato inseguimento della Bmw  che veniva inizialmente persa di vista, salvo poi essere riagganciata tra Poncarale e Bagnolo Mella. Nelle concitate fasi dell’inseguimento, il conducente del Suv, che nel frattempo aveva caricato uno dei tre complici, tamponava l’autovettura che la precedeva, un’utilitaria condotta da una signora fortunatamente rimasta illesa, abbandonando sul posto la macchina tedesca. I due, di origine serba, scappavano a piedi in direzioni opposte nei terreni circostanti, ma venivano subito catturati, dopo un inseguimento a piedi nei campi, rispettivamente dai Carabinieri di Ghedi e da quelli di Bagnolo Mella, questi ultimi coadiuvati dalla Polizia locale del Comune. Nella circostanza, uno dei due, 20enne è rimasto lievemente ferito ad una gamba colpita di striscio da uno sparo esploso da un Carabiniere nelle concitate fasi dell’inseguimento e dell’arresto. I due, in Italia senza fissa dimora (l’altro è un 32enne), sono stati arrestati per furto aggravato, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. Al termine del giudizio per direttissima nella tarda mattinata odierna, gli arresti sono stati convalidati.

1 2 3 4 5 6 >