Darfo, pusher a 15 anni: ai domiciiari

Il ragazzino è stato fermato dai carabinieri
Il ragazzino è stato fermato dai carabinieri
17.10.2019

Un  ragazzino che spacciava hashish a suoi coetanei, tutti in età scolastica, è stato bloccato dai carabinieri e il giudice, pur ravvisando una «grave condotta» di spaccio sistematico, lo ha messo ai domiciliari ma con il permesso di poter uscire di casa per recarsi a scuola. È accaduto a Darfo, dove i militari hanno notato movimenti strani tra un gruppo di adolescenti riuniti in centro. Una mano che passava qualcosa a un’altra, rapidamente, dei soldi, e sono intervenuti. Trovato l’hashish addosso al compratore, e 5 euro in tasca al 15enne, i carabinieri sono andati a perquisire la sua abitazione, trovando, davanti ai genitori sbigottiti, 15 grammi di hashish, un bilancino di precisione e un quadernetto con annotate tutte le vendite. Il gip di Brescia ha quindi deciso la misura restrittiva nella casa dei genitori, autorizzando le uscite per andare a scuola.