Test sierologici, sei casi su 10 sono positivi

Giuseppe Spatola23.05.2020

Venti casi in un giorno e otto decessi registrati da Ats rispetto al report di giovedì. La strada verso la fine dell'emergenza a Brescia appare sempre più dritta. Certo, il saliscendi dei nuovi positivi, passati dai 62 del 16 maggio alle due decine delle scorse ore, non garantiscono tranquillità e la riapertura della fase 2b costringe tutti ad un'opera di massima attenzione. Così, mentre i nuovi positivi sono 19 tra la popolazione e uno tra gli operatori sanitari, gli isolamenti domiciliari sono scesi a 1087, con 8121 guariti con doppio tampone negativo su 12.586 contagiati. I decessi sono otto in più rispetto a quelli noti giovedì che portato la conta totale a 2456. In Vallecamonica si sono registrati 9 casi positivi che portano il totale a 1767. In 24 ore i guariti sono saliti di 56 a 936 mentre non ci sono stati nuovi decessi. IN LOMBARDIA sono stati registrati 293 nuovi positivi al coronavirus e 57 morti. In totale, dall'inizio dell'epidemia, i casi sono 86.384 e i decessi 15.784. Gli attualmente positivi sono calati di 782 unità (in totale sono 25.933). I tamponi effettuati sono stati 19.028 (totale 641.593) e la percentuale tra questi e le persone risultate positive cala a 1,5%. Calano ancora i ricoverati e i pazienti in terapia intensiva:nelle ultime 24 ore sono stati registrati -19 pazienti in terapia intensiva (207) e -91 ricoverati (4.028). Sul fronte dei test sierologici sul territorio della Ats di Brescia le analisi sui cittadini prenotati ha evidenziato il 62,2% di positivi agli anticorpi su 3390 analisi. Tra quanti hanno sviluppato anticorpi il 20 per cento è risultato positivo anche al successivo tampone. Per gli operatori sanitari di Ats sui 470 test solo 66 sono risultati essere positivi agli anticorpi: per due tampone positivo e messa in quarantena. • Giuseppe.spatola@bresciaoggi.it