Le fotografie di Borga e le bugie sulle guerre Dalla Siria all’Iraq

Le immagini di «The lie’s consequences» a Iseo fino al 2 dicembre
Le immagini di «The lie’s consequences» a Iseo fino al 2 dicembre
S.C. 14.11.2018

Una mostra-reportage scandita da fotografie che valgono come saggi di storia delle relazioni e dei conflitti internazionali, come analisi di geopolitica comparata. Protagonisti gli scatti di Ugo Lucio Borga, nato ad Aosta nel ’72. Negli spazi de l’Arsenale di Iseo sarà inaugurata oggi e resterà aperta fino al 2 dicembre la mostra «The lie’s consequences», titolo che è già una presa di posizione netta di un attento osservatore della realtà in territori irti di pericolo per i fotogiornalisti di tutto il mondo. Borga fa compiere al visitatore un viaggio attraverso la guerra in Iraq e Siria, «due dei tanti conflitti armati che coinvolgono, oggi, centinaia di milioni di persone in tutto il mondo». I focus di molte immagini sono la scomparsa delle differenze tra civili e combattenti nei conflitti e le responsabilità dell’Occidente nell’origine e «nella cronicizzazione dei conflitti armati nell’era della guerra globale», partendo dalla pubblicazione del Rapporto Chilcot del 2016. •