Michelangelo e Matisse forme e visioni

L.FERT.07.02.2019

Cos’hanno in comune Michelangelo e Matisse? Tutto, niente, da stasera si vedrà: alla biblioteca di Orzinuovi tornano gli appuntamenti d’approfondimento sull'arte curati da Cinzia Zanetti, percorsi tematici organizzati nell'ambito della «Libera Università di Orzinuovi», che entreranno nel vivo dalle 20.45 (ingresso libero). Obiettivo: analizzare le esperienze di artisti fondamentali, mettendo in relazione ricerche senza barriere stilistiche o temporali. OGGI la lente d’ingrandimento sarà focalizzata su un’originale comparazione tra Michelangelo e Matisse, che nella «forma come visione» individuerà un punto di dialogo possibile. Il leitmotiv all’insegna dell’eclettismo e della contaminazione caratterizzerà anche i prossimi incontri: fra una settimana Vermeer, la pop art e «il quotidiano», mentre il 21 febbraio si parlerà di Goya ed Ensor in rapporto all’idea di «umanità».