San Faustino
sale sul luna-park

Le giostre sono impegnate negli ultimi allestimenti, da domani comincia il divertimento
Le giostre sono impegnate negli ultimi allestimenti, da domani comincia il divertimento
Giancarlo Chiari 07.02.2019

Festa grande a Chiari con l’arrivo delle celebrazioni religiose per i patroni Faustino e Giovita. Assieme alla ricorrenza religiosa, Chiari ha recuperato da anni i festeggiamenti per grandi e piccini in centro storico, con l’allestimento di un maxi luna park apprezzatissimo dalle migliaia di visitatori in arrivo da tutta la provincia. SI APRE DOMANI, così con largo anticipo, venerdì 8 febbraio, mentre questa sera, giovedì, le giostre saranno messe a punto e qualche gestore offrirà ai più fortunati la possibilità di provarle. A Chiari si tratta di un’attrazione attesa per un anno da grandi e piccini che paralizza piacevolmente la città, trasformandola in un luogo di divertimento e di svago, oltre che di cultura enogastronomica. La piacevole invasione debutta dunque nel fine settimana, con una occupazione del centro cittadino da parte di decine di giostre e attrazioni coordinate dallo storico giostraio Paolo Morandi. Il centro finirà per essere di fatto chiuso, se non per servizi urgenti, con il divieto di transito in piazzetta Zeveto, viale Mellini (piazzetta Vittime della Strada), piazza Martiri delle Foibe, via Lupi di Toscana e Piazza Martiri della Libertà. «Per favorire i visitatori - ha spiegato l’assessore al commercio Domenico Codoni - consentendo maggiore facilità di parcheggio sono state temporaneamente sospese le ordinanze di sosta a disco orario su tutte le aree di parcheggio». In particolare, in tale periodo, saranno rese a sosta libera quelle in via Della Battaglia, via Lancini, via Pedersoli, via Barcella, viale Mazzini (parcheggio ex cinema), viale Mellini (compreso parcheggio Bistrot), via San Bernardino, via Consorzio Agrario, viale Bonatelli, viale Cadeo, Viale Teosa, viale C. Battisti e via Bigoni. Una novità riguarda l’accesso da piazza Rocca verso via Villatico, che quest’anno sarà consentita a giostre spente, ossia durante la mattina e il primo pomeriggio oltre che nella tarda serata. «È una richiesta arrivata dai commercianti e abbiamo voluto accontentarli anche per consentire il passaggio dei fornitori». Fino al 17 la festa invaderà tutto il centro, mentre fino al 24 le giostre insisteranno nella porzione a ridosso del palazzo municipale e di piazza Lupi di Toscana. Il 15 febbraio è in programma il tradizionale scambio di doni tra Comune e Parrocchia in occasione della messa solenne delle 10. •