"Caro Mario
tu sei
italiano"

18.11.2019

«Caro Mario, è la tua lotta contro il razzismo che ti dichiara vero cittadino italiano». A scriverlo sono gli alunni della prima media sezione C dell’Istituto comprensivo Giovanni XXIII di Crotone in una lettera indirizzata a Mario Balotelli, vittima nelle scorse settimana di offese di stampo razziale durante la gara Verona- Brescia. La lettera - pubblicata dal sito www.crotonenews.com - è frutto di una riflessione con l’insegnante nella classe sul tema del razzismo. «È stato messo in discussione il tuo essere italiano - scrivono gli alunni ma proprio chi ha intonato quei cori razzisti non può definirsi un vero italiano, visto che la nostra Costituzione ha tra i suoi principi fondamentali l’articolo 3 che recita: ’Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e socialì. A nostro parere tu, con la tua simpatia il tuo essere affettuoso con i compagni di squadra, incarni perfettamente l’essere ’ITALIANÒ. Di certo non conta il colore della pelle! È la tua lotta contro il razzismo che ti dichiara vero cittadino italiano». Gli studenti assicurano a Balotelli: «Vorremmo farti sapere che noi lotteremo con te contro ogni forma di razzismo, dunque non lasciarti abbattere perchè non sarai solo. Rimani te stesso e affronta tutto e tutti a testa alta. Ti rendi conto di quanto è figo essere diversi e quindi unici? Noi in classe siamo in 23, tutti diversi gli uni dagli altri per i nostri caratteri e le nostre facce, ma tutti uguali per i diritti! La tua forza ed il tuo valore li dimostri in campo e per noi vali di più di ciò che credi, dunque non sottovalutarti mai. Vogliamo salutarti con un motto Scout: ’Siamo dello stesso sangue fratellino tu ed iò. Un caloroso abbraccio dalla prima C dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII di Crotone».