Caduto male
dalla Scala e
ai ferri corti con Balotelli

Mario   Balotelli: tornerà in campo oggi a Torbole Casaglia? FOTOLIVE
Mario Balotelli: tornerà in campo oggi a Torbole Casaglia? FOTOLIVE
Fabio Pettenò03.07.2020

Dimenticare Milano, San Siro e l'umiliante sconfitta con l'Inter. Questo è l'obiettivo di un Brescia con le ossa rotte ed il morale sotto i tacchi. Caduto malamente dalla Scala nerazzurra, da 202 giorni senza vittoria. Le residue speranze di salvezza sono affidate soprattutto allo zoccolo duro: l'ossatura della squadra che lo scorso anno ha conquistato la promozione. Capace di infliggere, nel campionato passato, una dura lezione al Verona all'andata (4-2 al Rigamonti) costringendolo al pareggio al ritorno (2-2 al Bentegodi). E il Verona è l’avversario da battere, dopodomani a Mompiano, per non assistere a una mesta retrocessione anticipata. PUR DOVENDO rinunciare a due pedine chiave come Cistana e Bisoli, Diego Lopez proverà ad aggrapparsi ai gol di Donnarumma-Torregrossa, alle geometrie di Tonali, alla corsa di Dessena e Sabelli. Perché le uniche note liete di una musica stonata arrivano dai veterani, gente che ha sempre dimostrato di mettere anima e cuore in campo rendendosi anche protagonista, seppur con un rendimento discontinuo. Arduo puntare sui nuovi acquisti. L'andamento del campionato ha bocciato clamorosamente le scelte in sede di mercato dei vari Skrabb, Ayé e Zmrhal. Se Chancellor si è salvato, dimostrandosi tutto sommato un buon investimento, al momento l’unico arrivo delle precedenti sessioni in grado di incidere è il portiere Joronen, divenuto un punto di riferimento per la difesa del Brescia, naturalmente sul taccuino di tanti club. Se Romulo ha deciso di non prolungare il contratto dal 30 giugno al 31 agosto, a mancare in questa fase decisiva per le sorti della stagione c'è soprattutto Mario Balotelli. Acquistato in estate come trascinatore, in guerra totale con il club da quasi due mesi. L'attaccante, che ha superato gli ultimi esami sostenuti per il mal di schiena, dovrebbe tornare ad allenarsi da solo alle 12.30 al centro sportivo di Torbole Casaglia. Tutto questo dopo che le ultime 72 ore hanno dato la dimensione di una lotta senza esclusione di colpi. BALOTELLI, ASSISTITO dall'avvocato Vittorio Rigo e sostenuto dall’Aic nella figura di Umberto Calcagno (avvocato e presidente ad interim), rimane un corpo estraneo all'interno del club. Dopo la lettera che gli ha inviato la società il 29 giugno, comunicandogli la decisione di voler far valere il diritto di recesso quando la retrocessione sarà aritmetica, è arrivata la replica dell'entourage del calciatore a chiedere la risoluzione del contratto per il pagamento del mese di marzo a stipendio ridotto, con 7 giorni riconosciuti. Secondo la società di via Solferino nel mese di marzo Mario avrebbe lavorato solo una settimana. Per tutta risposta il giocatore ha dato mandato ai suoi avvocati d'impugnare la busta paga, chiedendo l'accertamento sui giorni lavorati, l'adempimento salariale di quelli a suo dire mancanti e la risoluzione del contratto per insolvenza del datore di lavoro. A decidere chi l'avrà vinta sarà il Collegio Arbitrale. Ci vorrà tempo, forse mesi. Intanto volge al termine un matrimonio compromesso e ormai degenerato nel più triste dei divorzi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA