Tramonte
dovrà tornare
in Italia

La corte suprema portoghese ha respinto il ricorso
La corte suprema portoghese ha respinto il ricorso
24.11.2017

La Corte Suprema portoghese ha respinto il ricorso presentato da Maurizio Tramonte contro la sua estradizione in Italia. Lo comunicano il Comune di Brescia e la Casa della Memoria, secondo i quali quindi Tramonte ’dovrà scontare nel nostro paese la pena per la quale è stato condannato per la strage di Piazza della Loggia«. »Si ringrazia il Governo, il Ministero della Giustizia e degli Affari Esteri per l’impegno profuso al raggiungimento di questo obiettivo«, ha detto il presidente della Casa della Memoria Manlio Milani, parente di una delle vittime. Maurizio Tramonte, condannato definitivamente all’ergastolo così come Carlo Maria Maggi per la Strage di Piazza della Loggia del 28 maggio 1974, non era in Italia al momento della decisione della Cassazione il 20 giugno scorso. Il giorno successivo era stato fermato a Fatima. 

Condividi la notizia