Disabilità, la Valtrompia fa squadra

La sede della Comunità Montana
La sede della Comunità Montana
E.BER. 25.05.2018

Assistenza e sostegno alla disabilità, tra problemi, progetti e prospettive. Su iniziativa dell’assemblea dei sindaci dell’ambito Valle Trompia, presieduta da Gianmaria Gaudini, primo cittadino di Villa Carcina, nella sala assembleare della Comunità Montana, nella sede di Gardone, si è tenuto ieri lo stimolante convegno «Disabilità e Comunità: inclusione possibile?», organizzato e curato da Civitas. Dopo i saluti di Giraudini, è toccato all’assessore ai Servizi Sociali della Comunità, Mario Folli, e alla referente del Forum territoriale del terzo settore di Valle Trompia, Flauzia Panada, illustrare l’iniziativa. Hanno poi trattato le varie tematiche all’ordine del giorno una dozzina di relatori, in rappresentanza delle cooperative e delle associazioni che operano sul territorio, affrontandole da due angolazioni: sinergie possibili ed esperienze in atto. Tra queste in particolare Civitas segue con il progetto «Vita Indipendente» una ventina di soggetti. La Comunità Montana sta sostenendo l’attività della cooperativa «Il Carrozzone» per portare in tutti comuni lo spettacolo teatrale con protagonisti attori disabili e ha partecipato con un progetto (da 30.000 euro) al bando regionale per lo sport senza barriere nelle scuole. PER L’OSPEDALE Civile di Brescia ha portato il suo contributo Paola Facchetti, responsabile della Struttura semplice disabilità dell’Asst. Le conclusioni sono state affidate a Maria Rosaria Venturini, responsabile dell’Unità operativa disabilità e protezione giuridica dell’Ats Brescia. • © RIPRODUZIONE RISERVATA