Valtrompia Cima Caldoline si inchina a Tita SecchiValtrompia | Valtrompia

Cima Caldoline si inchina a Tita Secchi

La capanna che porta il nome del partigiano e martire Tita Secchi
La capanna che porta il nome del partigiano e martire Tita Secchi
E.BER.06.09.2018

Domenica gli Amici di Cima Caldoline, come ogni anno a partire dal 1973, si ritroveranno per celebrare il ricordo dei caduti della Resistenza, degli Amici andati avanti e di Tita Secchi, il partigiano Franco. Era il 16 settembre del ’44, 74 anni fa: il partigiano Franco veniva fucilato alla caserma Ottaviani di Brescia. Una fucilazione voluta assolutamente da fascisti e nazisti di quello che era un simbolo della Resistenza armata; nelle cui fila era entrato l’8 settembre, organizzando poi nella zona di Bagolino la Brigata Perlasca della Fiamme Verdi. Era stato catturato il 26 agosto a Caldoline, sotto la Corna Blacca. Lì gli Amici di Cima Caldoline, l’associazione di Brescia nata nel 1973 che conta oltre 300 soci, gli ha dedicato l’accogliente capanna rifugio, una cappella con altare e la lapide nel luogo esatto della cattura. Capanna della quale gli Amici si occupano costantemente (siamo attorno ai duemila) grazie alla generosità di tanti benefattori. IL GRUPPO ora è presieduto da Alessandro Cantoni, assessore del Comune di Brescia che ha raccolto il testimone sia nell’impegno civile che in quello di difesa degli ideali dal padre Luciano, pure lui amministratore pubblico in città, presidente storico del gruppo degli Amici scomparso nel 2015. Il programma di domenica prevede il ritrovo a Cima Caldoline dopo 25 minuti di comoda sgambata sulla strada verso Baremone dal passo Maniva, con sicurezza garantita dai volontari della Croce Bianca di Brescia. Saranno presenti, oltre ai gruppi alpini della zona, amministratori e istituzioni. Alle 10.30 sarà celebrata la messa in suffragio dei caduti dal parroco don Fabrizio Bregoli. Dopo i saluti istituzionali e l’omaggio alla lapide che ricorda Tita Secchi, il pranzo a buffet offerto dagli Amici, occasione per festeggiare anche la fine dei recenti lavori sulla capanna. La manifestazione in caso di pioggia o di maltempo si svolgerà al coperto nella chiesetta del piazzale Maniva dedicata alla Madonna delle Tre Valli. •