A piedi attraverso
i luoghi
di Paolo VI

Papa Paolo VI  è stato proclamato santo il 14 ottobre 2018 a Roma
Papa Paolo VI è stato proclamato santo il 14 ottobre 2018 a Roma
Marco Benasseni 11.01.2019

Un itinerario attraverso i luoghi legati alla figura di Papa Paolo VI, per un’ulteriore crescita della Valtrompia a livello turistico e culturale. La recente proclamazione a santo del pontefice di Concesio, ha fatto aumentare il numero di pellegrini che visitano la casa natale del Papa, l’istituto Paolo VI e il fonte battesimale della basilica minore di Sant’Antonino. Ma un percorso dedicato a Papa Montini è anche uno degli obiettivi del progetto integrato d’area (Pia) «Ad un passo dalla città: sviluppo territoriale, economico e sociale del sistema rurale triumplino». Il piano coinvolge 22 partner tra enti pubblici (Comunità Montane e Comuni) e privati (Consorzio Valli, agenzie formative e aziende agricole). Corposa la dotazione: 4,3 milioni di euro, di cui 2,4 coperti da finanziamenti.

CAPOFILA il Consorzio Valli di Gardone. «Da sottolineare - spiegano dagli uffici della Comunità Montana di Valle Trompia - è il ruolo dei privati: le aziende agricole coinvolte sono 12, per un investimento complessivo di oltre 3 milioni di euro. Gli interventi previsti da queste realtà riguardano esclusivamente investimenti per la produzione, trasformazione e vendita dei prodotti: nuove stalle, piccoli caseifici e spacci». La quasi totalità delle aziende candidate opera nel settore lattiero-caseario. Nell’arco di tre anni sono quasi trenta le azioni che saranno sviluppate in Valle, con l’obiettivo di promuovere il territorio oltre i confini provinciali e regionali. Le più immediate sono appunto quelle riguardanti l’itinerario montiniano, in continuità con gli interventi di rilancio del turismo slow sul territorio (ciclabili, sentieri e altro). Con questa idea si gettano le basi per la realizzazione di un percorso, prevedendo la realizzazione di uno studio di fattibilità di un tracciato escursionistico che dalla casa natale di Papa Montini a Concesio arrivi al monumento al Redentore del Monte Guglielmo. Lo studio prevede l’individuazione del tracciato, che si articola sul territorio di 8 Comuni della Valle, il collegamento della sentieristica esistente e il posizionamento di cartellonistica direzionale e informativa.

UN INTERVENTO fondamentale per il sostegno del settore agricolo locale è invece quello della cooperativa agricola Clarabella, che ha candidato il progetto per la realizzazione di un impianto di compostaggio del letame in alta Valtrompia, potenziando quanto già previsto dal progetto Valli Resilienti. A sostegno di questo intervento nel Pia sono state inserite due aziende agricole idonee al conferimento. Infine, da non dimenticare l’intervento di Comunità Montana per il completamento della ristrutturazione e l’arredo del nuovo punto vendita di prodotti locali di Bovegno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA