Grazie agli alpini l’asilo cambia volto

Il cortile e la facciata della materna rimessi a nuovo dagli alpini
Il cortile e la facciata della materna rimessi a nuovo dagli alpini (BATCH)
Massimo Pasinetti18.08.2017

La materna ha bisogno di aiuto? Niente paura: ci pensano gli alpini di Vobarno, che da Pasqua a oggi hanno rimesso a nuovo l’asilo di Carpeneda. Il taglio del nastro dopo il restyling a settembre, con la festa del Ringraziamento. Durante la quale sarà posizionata una targa a futura memoria per l’impegno delle penne nere, che all’opera hanno dedicato 500 ore di fatica.

I LAVORI. Aveva proprio bisogno di un intervento la scuola materna Pio XII di Carpeneda, ma come spesso accade, al cda dell’istituto, guidato da Liberato Enzo Formisano, mancavano i soldi.

Nessun problema. Gli alpini di Vobarno, con il loro capogruppo Edoardo Facchini, di Carpeneda, in occasione sia del 60esimo dalla nascita della scuola, che verrà festeggiato nel 2018, che del 90esimo del sodalizio, che cadeva invece nel 2017, hanno deciso di intervenire, e com’è loro consuetudine di rimboccarsi le maniche. Le penne nere ci hanno messo insomma sia l’olio di gomito che i materiali e egli attrezzi necessari, tutto a titolo gratuito, realizzando la cancellata, ridipingendo interni ed esterni, realizzando un bagno nuovo, mettendo una pezza ai problemi di infiltrazione e tanto altro, in modo da consegnare per fine estate la scuola materna risistemata ai 23 bimbi che la frequentano. Lavori fermi a luglio per consentire alla materna di ospitare il Grest, ripresi poi ad agosto fino al traguardo.

Condividi la notizia