Estate a Nozza
Una domenica
di bancarelle
con il mercato

17.06.2017

Con sole, caldo e bel tempo la tradizione del mercato fa gli straordinari. È dalla notte dei tempi che a Nozza ogni primo lunedì del mese è dedicato ad acquisti e bancarelle. Addirittura dal 1300, con testimonianze sparse lungo i secoli che ne certificano il radicamento al territorio.

Oggi il mercato non è più luogo di incontro tra allevatori e coltivatori come nell’era contadina, quando ogni inizio mese si scendeva a Nozza dai dintorni (Pertiche, Savallo, lago d’Idro, alta e bassa Vallesabbia e Valvestino, a piedi o a dorso di mulo), ma resta ancora simbolo d’identità e punto di riferimento per la comunità della valle.

E ora che la legge consente al mercato di fare gli straordinari, con due giornate extra da spendere durante l’anno: la prima domani, la seconda a Natale.

Un tempo il «mercàt de la Nòsa» era momento di cultura per il montanaro: l’incontro al mercato significava acquisti, vendite e baratti ma anche scambio di notizie e novità che, quasi sempre, nel passaggio di bocca in bocca si gonfiavano fin a divenir «balle». Ma anche oggi il «mercàt de la Nòsa» resta inossidabile appuntamento della tradizione valsabbina. E se è sorretto dal bel tempo, fa sempre il pieno.M.PAS.

Condividi la notizia