Belprato fa da sfondo
al nuovo trofeo del Cai

14.10.2017

Fatica e spettacolo avranno ancora una volta come scenario il «pezzo» di Valsabbia compreso tra Nozza di Vestone e Belprato di Pertica Alta: uno sfondo che oggi sarà animato dalla quattordicesima edizione di un ormai celebre trofeo riservato alla disciplina dello ski roll e battezzato appunto Nozza-Belprato; una gara a tecnica libera organizzata dal Cai vestonese.

Si tratta di un appuntamento sportivo ormai affermatissimo e molto affollato (e seguito); anche perchè la partecipazione è aperta a tutti, non solo ai tesserati al Club alpino italiano. Il programma prevede il ritrovo alle 13.30 a Nozza, nel piazzale della Comunità montana della Valsabbia, e la partenza alle 15.20. È necessario presentarsi muniti di casco, bastoncini e protezioni contro le cadute, e la quota d’iscrizione ammonta a 10 euro, 12 per chi si iscriverà direttamente prima della partenza, che avverrà dalla località Sardello.

L’arrivo, dopo 7 chilometri e mezzo e 500 metri di dislivello sulla strada provinciale 50, per l’occasione chiusa al traffico e con gli organizzatori lungo il percorso a occuparsi della sicurezza e dell’assistenza, avverrà nella piazza di Belprato; ma ci sarà anche un percorso ridotto a 4,6 chilometri per i partecipanti con meno di 16 anni.

SONO ATTESI alla partenza oltre 50 concorrenti, e funzioneranno un servizio di trasporto bagagli dalla partenza all’arrivo e dei partecipanti dal traguardo alla partenza. Senza dimenticare l’assistenza sanitaria per l’eventuale pronto soccorso. Le premiazioni avverranno nella stessa piazza di Belprato, dove sarà allestito un ristoro a base di prodotti locali (il rinfresco delle «Ragazze» della sottosezione Cai).

Saranno premiati i primi 10 della classifica assoluta e i primi 3 delle categorie femminile, giovani e over 50, oltre alla società più numerosa. Infine, per chi riuscirà ad abbattere il tempo record registrato finora, pari a 25 minuti e 17 secondi, ci sarà un riconoscimento speciale: un buono acquisto del valore di 300 euro. M.PAS.

Condividi la notizia