Raccolta dei rifiuti:
per il porta a porta
è tempo di rodaggio

03.11.2017

Quattro incontri tra il capoluogo e le frazioni, al via dal prossimo martedì, poi un’ultima assemblea a metà dicembre perché con il nuovo anno si comincia davvero: ultimi appuntamenti a Gavardo in vista della rivoluzione della raccolta dei rifiuti, dal 1 gennaio sarà porta a porta (sistema misto o spinto con il porta a porta integrale) per tutti i 26 municipi della Comunità Montana.

Riflettori puntati inevitabilmente su Gavardo, che tra tutti i Comuni è il più popoloso: oltre 12mila abitanti, oltre 5mila utenze domestiche e addirittura un migliaio di utenze non domestiche, circa un quinto di tutte quelle dei Comuni aderenti alla Comunità Montana. Come detto, si comincia martedì: ore 20.30 all’auditorium Cecilia Zane, di fronte al municipio, per parlare con i residenti di Gavardo. Il martedì successivo (sempre alle 20.30) toccherà a Sopraponte, e quello dopo a Soprazocco: il 28 novembre si torna a Gavardo per una serata dedicata alle numerose utenze domestiche. Gran finale il 18 dicembre, di nuovo all’auditorium di via Quarena, per la serata conclusiva in cui fugare gli ultimi dubbi. «Stiamo lavorando bene - spiega il vicesindaco Sergio Bertoloni - Con questi incontri vogliamo dare al cittadino tutte le ultime notizie, le ultime indicazioni».

A GAVARDO al momento ci sono i cassonetti a calotta, dal prossimo anno non ci saranno più: il paese è già comunque uno dei più virtuosi, con una percentuale di differenziata vicina al 72%. Ogni anno si producono più di 5600 tonnellate di rifiuti, 468 chili pro capite di cui 336 già differenziati e solo 132 ancora indifferenziati. Rispetto a Comuni più complicati, a Gavardo sono più di 10mila i residenti in centro abitato, e solo il 7% quelli che abitano in case sparse. Il paese è anche attrezzato con un’isola ecologica che serve più di 16mila abitanti (anche Muscoline e Vallio). Il servizio per tutta la Valsabbia è stato affidato a una società in-house, la Servizi Ambiente Energia Vallesabbia, che tra l’altro cerca 18 autisti e 9 raccoglitori: il bando è disponibile online.A.GAT.

Condividi la notizia