Cesane celebra i dieci martiri del massacro nazifascista

M.PAS.11.03.2018

Cesane di Provaglio Valsabbia non ha dimenticato l’eccidio nel quale 73 anni fa sono stati massacrati dieci giovani partigiani della Brigata Matteotti, caduti per la libertà il 5 marzo del 1945. Saranno ricordati oggi, dalle 10, di fronte al monumento ai caduti. Ci saranno il saluto di Massimo Mattei, sindaco di Provaglio Valsabbia, e Giovanmaria Flocchini, presidente della Comunità Montana, seguiti dalla commemorazione ufficiale a cura di Francesco Tomasoni. Saranno presenti Lucio Pedroni, presidente Anpi provinciale, il coordinatore provinciale Fiamme Verdi Alvaro Peli, e quello di Fiamme Verdi Vallesabbia Gian Antonio Girelli. Alle 11 ci sarà la messa al campo celebrata da don Alberto Cabras, a seguire si pranzerà all’oratorio della Pieve, a Cedessano. Era l’alba del 5 marzo 1945 quando dieci ragazzi della Brigata Matteotti, tra i 19 e i 25 anni, furono catturati e poi trucidati dalle camicie nere di stanza a Idro: Amilcare Baronchelli, Arnoldo Bellini, Luigi e Angelo Bruno Cocca, Teodoro Copponi, Pierre Lanoy (belga), Alfredo Poli, Gaetano Resa, Ferruccio Vignoni e il comandante Domenico Signori. •