Altri tagli per i Comuni La giunta cede il gettone

D.BEN. 13.03.2018

La rinuncia è partita dal primo marzo: niente indennità di carica o gettone di presenza. Sindaco e assessori del Comune di Pisogne hanno deliberato di fare a meno dei soldi che la legge prevede vengano loro corrisposti per la carica che ricoprono. Una scelta che durerà fino al termine del mandato, a maggio 2019, quando si rinnoverà il consiglio comunale. Una trovata elettorale sulla lunga distanza? No, una decisione ritenuta «necessaria a seguito della ulteriore riduzione dei trasferimenti statali» ha motivato l’intera giunta. Un taglio ulteriore che avrebbe potuto costringere a ridurre le risorse per il settore socioassistenziale, e così gli assessori hanno deciso di devolvere quanto destinato a loro girandolo a favore delle attività didattiche e formative della scuola dell’obbligo e delle rette a carico delle famiglie che hanno figli che frequentano la materna. In quest’ultimo caso, in particolare, le due materne private pisognesi sono sempre alla ricerca di finanziamenti e ogni contributo è utile. •