Edolo Traforo del Mortirolo Ecco le firme e i soldi per lo studio di fattibilitàEdolo | Edolo

Traforo del Mortirolo Ecco le firme e i soldi per lo studio di fattibilità

La stazione ferroviaria di Edolo
La stazione ferroviaria di Edolo
L.FEBB. 24.08.2018

Ci risiamo col traforo del Mortirolo. Eppure alle amministrative, visto che il tunnel tra Valcamonica e Valtellina è uno degli argomenti preferiti in campagna elettorale, mancano ancora mesi. La questione è tornata attuale al termine di un incontro avvenuto ieri nel municipio di Aprica tra Regione, Province di Brescia e Sondrio e Comuni di Aprica, Corteno, Edolo e Teglio allestito per trovare una soluzione al collegamento tra le piste ciclopedonali delle due vallate confinati. Non è stato annunciato nessun nuovo progetto, ma è stato firmato l’accordo di programma che dà il via allo studio di fattibilità. «Abbiamo messo sul piatto 180 mila euro (60 mila per ogni ente) - chiarisce Massimo Sertori, assessore alla Montagna della Regione - per valutare l’eventuale fattibilità del collegamento intervallivo. Saranno gli esperti incaricati a dirci se sarà giusto farlo e se dovrà essere stradale o ferroviario». La riunione di ieri ha poi sottolineato per l’ennesima volta l’intesa che da qualche anno è nata tra le due istituzioni provinciali. «Stiamo lavorando insieme su tanti progetti e con Mottinelli condividiamo molte altre idee - conferma Luca Della Bitta, presidente a Sondrio -. In questa occasione abbiamo portato a compimento un percorso: l’ipotesi di un collegamento diretto tra le due realtà territoriali che però guarda molto più lontano. Un concetto che merita di essere approfondito con dati concreti e visioni tecniche chiare, per poter partire poi rapidamente per la fase successiva». SE I RISULTATI dello studio dicessero che sarebbe da privilegiare un collegamento stradale piuttosto che ferroviario (ipotesi questa sostenuta in particolare dalle Ferrovie Retiche, che vorrebbero arrivare da Santk Moritz fino a Venezia col mitico trenino rosso), Aprica, che verrebbe tagliata fuori dalla maggior parte del traffico, non creerebbe comunque ostacoli. Anzi. «Nel caso fosse viabilistico avremmo la possibilità di levarci dai piedi i mezzi pesanti - commenta il sindaco Dario Corvi - e quindi di riqualificare il nostro centro. Per cui Aprica deve semplicemente cogliere questa opportunità e viverla come qualcosa di positivo». LE FIRME sul documento che impegna Regione e Province a far decollare lo studio di fattibilità soddisfano anche il sindaco di Edolo, cittadina sul cui territorio è da sempre individuato uno dei due accessi-sbocchi della galleria. «Ho avuto l’impressione di avere a che fare con interlocutori che badano alla concretezza e che hanno già messo i fondi a disposizione - dice Luca Masneri -. Quando si lavora così i risultati arrivano».