Storie camune, Franzinelli rilegge la vicenda Cerqui

L.RAN. 06.07.2018

La riconoscenza e la stima ricevute da Serafino Cerqui nel periodo in cui fu commissario prefettizio a Breno (dal 1944 al ’45) sono state equamente distribuite: tra partigiani e fascisti, sacerdoti e laici, militari e civili, senza dimenticare la gente comune. È tutto raccontato nel libro «Echi di una vita - Serafino Cerqui (1907/1974)», che viene presentato oggi alle 18 nel palazzo della Cultura di Breno. Franco Cerqui, figlio di Serafino, ha voluto questa pubblicazione per ricordare il padre, ma soprattutto per far risaltare una figura quasi del tutto dimenticata in particolare proprio relativamente al periodo brenese. L’opera è stata commissionata allo storico Mimmo Franzinelli, e lo studioso cedegolese ha ricostruito la vita del funzionario, originario di Preseglie, attingendo dagli archivi storici del Seminario vescovile, dall’Archivio di Stato, dall’Istituto storico della Resistenza bresciana e dall’Archivio del Comune di Breno, potendo poi disporre dalla ricca documentazione fornita dal figlio. È un libro atteso e che farà magari discutere quello che vede la luce ufficialmente oggi, perché nelle pagine si torna a trattare di argomenti e di eventi anche controversi relativi alla lotta partigiana in Valcamonica; di episodi che hanno lasciato strascichi fino ad anni recenti, e anche della partecipazione di Cerqui come volontario alla guerra civile spagnola. Un racconto che parte dalla sua adesione al fascismo per passare alla nomina a commissario prefettizio di Breno; due ruoli apparentemente in contraddizione con tutte le sue azioni compiute per salvare il salvabile. Su tutte il purtroppo fallito tentativo di salvare la vita al comandante delle Fiamme verdi Giacomo Cappellini, e prima ancora al partigiano Antonio «Tone» Salvetti. Ce la fece invece con Evangelista Laini (poi presidente della Banca di Valle Camonica dal 1964 al 1993) e con altri ostaggi dei tedeschi. Saranno presenti alla vernice l’autore Mimmo Franzinelli e per una testimonianza Franco Cerqui. •