L’estate nella natura
fa riscoprire il Giovetto

04.08.2017

Tra escursioni guidate e laboratori per bambini, quella di Borno sarà un’estate all’ombra della natura protetta del parco del Giovetto: una importante area naturalistica gestita dall’Ersaf, l’Ente regionale per i servizi ad agricoltura e foreste.

La formica rufa, specie protetta ben rappresentata all’interno della riserva, avrà compagnia per tutto il mese di agosto. Il ciclo si è aperto martedì con il laboratorio «costruiamo un erbario» e proseguirà martedì prossimo con il laboratorio-lezione dedicato al grande mondo degli insetti.

Il giorno dopo toccherà alla visita guidata alla riserva con partenza da Azzone, il versante bergamasco dell’area protetta, quindi il 17 e il 22 altri laboratori per i più piccoli che potranno divertirsi alla scoperta degli animali e della flora del parco.

Il calendario naturalistico si chiuderà il 23 con l’ultima visita guidata in partenza da Borno. I laboratori si tengono dalle 15 alle 17, le visite guidate iniziano alle 9.30. E in entrambi i casi si tratta di occasioni per approfondire alcune conoscenze e per farlo in compagnia, ma il parco, meta di scolaresche, grest e famiglie tutti i giorni, è aperto al pubblico purchè rispetti le regole in vigore, semplici ma essenziali per una riserva naturale.

Sempre aperta anche la «biblioteca del bosco», lo spazio allestito dall’Ersaf sulla terrazza panoramica che guarda contemporaneamente i territori della Valcamonica e della Val di Scalve. Ognuno, nella tranquillità del bosco in cui sono state installate alcune panchine, può accedere alla piccola raccolta e consultare i testi, per lo più dedicati all’ambiente montano, in forma gratuita nel silenzio del parco. C.VEN.

Condividi la notizia