Travestito da operaio
ruba la fontana
di epoca fascista

Il moncone della fontana rubata
Il moncone della fontana rubata
16.04.2018

Un furto in pieno giorno compiuto senza destare sospetti. Già, perchè il ladro indossando una tuta arancione con fasce catarifrangenti di quelle utilizzate dagli operai stradali è passato del tutto inosservato quando si è impossessato della parte terminale della fontanella d’epoca in piazza Fanti d’Italia a Gavardo. Un manufatto di un certo valore soprattutto tra i collezionisti di cimeli del periodo fascista. La colonna idrica risale agli anni Venti del secolo scorso, l’unico in paese su cui campeggiasse ancora il fascio littorio. Una circostanza che fa protendere per l’ipotesi di un furto su commissione. La razzia è stata scoperta a diversi giorni di distanza dal blitz, il che rende più complesso risalire al ladro che nel tardo pomeriggio, incurante dei passanti ha sradicato la fontana. Come detto indossava la divisa dei tanti operai stradali o addetti a lavori socialmente utili che prestano servizio a Gavardo. Anche per questo chi lo ha visto ha pensato si stesse occupando di un’opera di manutenzione sulla fontana, dove durante la stagione calda, alla sera si riuniscono i residenti per scambiare qualche chiacchera seduti sulla panchina. Il punto di acqua era meta anche dei cicloturisti che percorrono la ciclabile della Gavardina. Ora resta solo il moncone della tubazione in plastica e una griglia posizionata per sicurezza a chiudere il buco dove c’era la fontana littoria. Sul furto indagano la Polizia locale e i carabinieri. •

Condividi la notizia