Storditi con lo
spray e
derubati di tutto

Sulle tracce dei due malviventi ci sono i carabinieri di Palazzolo
Sulle tracce dei due malviventi ci sono i carabinieri di Palazzolo
Giancarlo Chiari 16.01.2019

Due rapinatori, uno con indosso la divisa della Polizia locale di Palazzolo e il complice in tuta da operaio, con un subdolo stratagemma hanno portato via i gioielli di grande valore affettivo per Roberto Bonadei e la moglie Giuseppina Lozio, a San Pancrazio. L’ottantenne Bonadei, imprenditore del tessile in pensione, da anni alla guida degli Alpini, martedì verso le 10,30 si trovava in casa con la moglie quando è suonato il citofono. L’anziano scorgendo una persona in divisa di agente della Polizia locale che accompagnava quello che sembrava un operaio, ha aperto il cancello. Alla spiegazione che si trattava di un semplice controllo del servizio dell’acquedotto, i due hanno avuto così avuto accesso al giardino del fabbricato di via del Dosso dove risiede la coppia. A quel punto i due hanno scambiato due parole di circostanza fino a quando uno dei ladri, servendosi di uno spray, ha fatto perdere loro il controllo della situazione. La sostanza spruzzata, il cui odore è stato notato anche dagli investigatori intervenuti dopo la denuncia, ha praticamente lasciato mano libera ai ladri che hanno potuto agire indisturbati. PROTETTI dalla recinzione e dalla riservatezza dell’abitazione, il duo di banditi ha saccheggiato la casa portando via monili, gioielli e orologi, prima di allontanarsi, contando su diverse vie di fuga. I carabinieri di Palazzolo hanno raggiunto l’abitazione della coppia raccogliendo la loro deposizione e avviando le prime indagini. La notizia ha fatto rapidamente il giro della frazione e della città, dove per la prima volta è stata utilizzata una divisa della Polizia locale per rubare in pieno giorno. Informato dai carabinieri, il Comando ha diramato la segnalazione di una coppia di truffatori, uno con divisa della locale l’altro vestito da operaio, invitando i cittadini a non aprire «perché non è in corso alcun controllo». e a segnalare la loro presenza telefonando al 112 o al numero verde del comando 800 911 117. Le indagini partiranno con l’analisi delle riprese del sistema di videosorveglianza della rete stradale. I carabinieri invitano chiunque abbia notato qualcosa di strano o insolito a segnalarlo. Le vittime hanno scelto di non commentare il furto, che potrebbe trasformarsi in accusa più pesante per l’uso del gas. •