Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 ottobre 2017

Territori

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Ritrovato morto
l’escursionista
scomparso sabato

La salma di Tullio Trentini riportata a valle  dagli operatori del Soccorso alpino: il 54enne di  Corteno Golgi  è morto durante un’escursione Tullio Trentini aveva 54 anni
La salma di Tullio Trentini riportata a valle dagli operatori del Soccorso alpino: il 54enne di Corteno Golgi è morto durante un’escursione Tullio Trentini aveva 54 anni (BATCH)
Lino Febbrari 09.10.2017

Tullio Trentini, 54enne originario di Corteno Golgi era uscito da casa sabato mattina dopo le otto con l’intenzione di effettuare una camminata nei dintorni del lago di Picol, per poi arrivare fino al Bivacco Davide. Era un appassionato ed esperto della montagna, che solitamente affrontava in compagnia di amici o dei figli. Stavolta, invece, nessuno lo accompagnava in quella che purtroppo sarebbe stata la sua ultima passeggiata nei luoghi che più amava.

ATTORNO ALLE 13 ha contattato al telefono i famigliari spiegando loro che si trovava sopra Malga Casazza, a circa 2400 metri di quota, e che sarebbe rientrato entro le 16. L’auto l’aveva parcheggiata sul fondo della Val Brandet, all’inizio della mulattiera che porta in quota. Non avendo fatto ritorno per l’ora indicata e una volta calata l’oscurità, il cognato ha dato l’allarme al 112. Alle 18,30 la sala operativa del numero unico per le emergenze ha inviato nella località montana posta nelle Valli di Corteno tecnici del soccorso alpino della V delegazione, militari della guardia di finanza e i Vigili del fuoco di Edolo e Darfo, i quali nonostante il buio hanno cominciato a perlustrare il versante montano, concentrando in particolare le ricerche nella vasta zona compresa tra il sentiero IV Luglio, tracciato lungo il quale ai primi di luglio si disputa la Sky Marathon, e un altro sentiero abitualmente usato dagli escursionisti al momento di rientrare sul fondovalle.

Per illuminare l’area e facilitare la perlustrazione è stata impiegata una potente fotoelettrica. A supportare l’opera delle squadre a terra è arrivato anche l’elicottero del 118 abilitato al volo notturno. Verso le 23,45 i soccorritori hanno individuato il corpo senza vita del 54 enne: era riverso a terra supino nei pressi del sentiero che conduce al passo Torsoleto, a poche centinaia di metri di distanza dal bivacco Davide. Sul posto per tutta la notte sono rimasti alcuni tecnici del soccorso alpino.

IERI MATTINA, l’eliambulanza di Brescia ha prima portato in quota alcuni operatori e poi, quando mancavano pochi minuti alle 9, ha riportato alla base del soccorso alpino di Edolo la salma. Successivamente un furgone delle pompe funebri l’ha trasportata nella sala mortuaria dell’ospedale, dove è stata ricomposta in attesa degli accertamenti medico legali. A causare il decesso è stato probabilmente un improvviso malore, ma non viene escluso che gli possa essere stata fatale una caduta. Tullio Guerini era un escursionista esperto che effettuava ascese impegnative.

La vittima era sposato con Silvana Pelloli di Sonico e lavorava alla Cotonella, azienda di intimo. Oltre alla moglie lascia i figli Michele di 23 anni e Federico. La dei funerali non è stata ancora fissata, ma se non ci saranno contrattempi la cermonia dovrebbe svolgersi martedì pomeriggio.