Per il campione
di sauna c’è un
sogno «mondiale»

Danze, asciugamani a forma di ali, vapore, luci, essenze e musica nella sfida alla sauna più creativaNicola Gozio è pronto a sfidare i più grandi specialisti per il tricolore
Danze, asciugamani a forma di ali, vapore, luci, essenze e musica nella sfida alla sauna più creativaNicola Gozio è pronto a sfidare i più grandi specialisti per il tricolore (BATCH)
Marco Benasseni04.05.2017

Marco Benasseni

Se la sauna affonda le sue radici nel freddo Nord Europa, per poi arrivare nelle regioni alpine, anche in Italia abbondano praticanti e appassionati. Uno di loro, un vero e proprio maestro, parteciperà sabato al campionato italiano valevole per le qualificazioni ai Mondiali. Si chiama Nicola Gozio, ha 30 anni, vive a Concesio e si esercita regolarmente all’Olimpic Sauna di Brescia e all’Imperium di Palazzolo sull’Oglio.

Maestro di che? Di sauna. E in particolare di aufguss, una sorta di danza che si svolge durante i bagni di vapore. In cosa consiste? L’aufgussmeister, il maestro di sauna, utilizza un asciugamano creando delle turbolenze e muovendo verso gli ospiti il vapore generato dal ghiaccio arricchito con oli essenziali e messo a sciogliere sul braciere. La pratica aumenta l’umidità relativa all’interno della sauna e di conseguenza accresce il calore percepito senza aumentare la temperatura. Le gocce che si creano sulla pelle sono costituite da acqua condensata che evapora rapidamente. Gli oli essenziali presenti nell’ambiente, invece, favoriscono il rilassamento e il benessere psicofisico. Semplice, no? Un po’ meno scontato che ci sia gente pronta a sfidarsi per eccellere in questa antichissima pratica. «La passione per la sauna mi accompagna da sempre - spiega Nicola - Da tempo sono affascinano dall’aufguss e da circa un anno ho intrapreso il percorso per diventare maestro in questa disciplina, che ora si concretizza con la prima partecipazione al campionato italiano che inizierà sabato a Campo Tures a nord di Brunico». Torneo nel quale i maestri si esibiranno in danze-storie di 12 minuti.

«SONO SERVITI cinque mesi per preparare quello che a tutti gli effetti sarà uno show - prosegue - Ho scelto tema, luci e musiche, che restano una parte fondamentale dello spettacolo, senza dimenticare l’importanza dei profumi». Insomma: durante le gare si utilizzano tecniche più avanzate prestando particolare importanza al fattore scenico. Ci sono poi lanci e prese degli asciugamani che non hanno nulla da invidiare ai migliori passi a due di danza. Lo spettacolo preparato da Nicola, oltre ad essere, è proprio il caso di dirlo, un vero bagno di sudore, si intitola «Accendi un sogno e lascialo bruciare in te». Ai campionati che proseguiranno a Merano e Livigno per poi concludersi a Verona, parteciperanno 50 maestri. I primi tre classificati andranno ai Mondiali in Olanda.