Scalpellini in estinzione: corsa a nuovi stimoli per rilanciare le iscrizioni

Il municipio, la prima sede della scuola Vantini nata nel 1839
Il municipio, la prima sede della scuola Vantini nata nel 1839
L.REB.27.10.2018

Fondata nel 1839 dall’omonimo architetto, la scuola «Vantini» di Rezzato è il più antico centro di formazione professionale della Lombardia tutt’ora in attività. Ideata per formare gli scalpellini rezzatesi - l’obiettivo di Vantini era di accrescerne le già ben sviluppate qualità artistiche e di far sì che un sapere manuale sapientemente tramandato nelle botteghe di famiglia potesse diventare un patrimonio collettivo oltre che prezioso volano occupazionale - oggi la scuola promuove diversi percorsi di formazione professionale. Accanto ai più affollati corsi del settore meccanico, resiste ancora il corso di formazione per operatori alle lavorazioni artistiche e materiali lapidei. Un percorso di formazione triennale fortemente sostenuto delle imprese del settore marmifero e che rappresenta l’ultima testimonianza vivente di quella «scuola di disegno industriale» per scalpellini voluta dal Vantini. Ad oggi però gli iscritti a questo settore formativo sono solo sette, ma l’auspicio è che con il nuovo accordo di partnership siglato ieri il numero degli studenti possa aumentare nei prossimi anni. LE CIFRE NON dovrebbero scoraggiare: il settore marmifero del Botticino conta attualmente 23 ambiti estrattivi, più di un centinaio di cave attive e ben 348 aziende specializzate. Un comparto che dà lavoro a più di 2500 persone. «Per le nostre aziende sono fondamentali la sapienza e la manualità dei singoli operatori» ricorda Luisa Senini, vicepresidente del Consorzio Marmisti Bresciani. Anche nel settore marmifero, quindi, le aziende puntano sulla manodopera qualificata e guardano con interesse alla scuola Vantini e al suo know-how sapientemente costruito nel corso degli anni. Ma per rilanciare il settore l’istituto non si è limitato ai soli programmi scolastici. Tante sono state le iniziative ideate negli ultimi anni per promuovere una cultura diffusa del marmo, dai simposi internazionali ai corsi serali di scultura. Una missione che fa della Vantini un’istituzione innovativa, che nella lavorazione del marmo vivifica il più importante pilastro dell’identità culturale rezzatese.