Furto d’auto in concessionaria

La concessionaria di Montirone
La concessionaria di Montirone
Valerio Morabito 15.12.2018

È stata una notte di Santa Lucia al contrario per il titolare di una concessionaria di Montirone, derubato di tre automobili e due computer. Nella notte tra mercoledì e giovedì in via Benedetto Castelli una banda di ladri ha fatto irruzione nell'autosalone che si trova non molto distante dal supermercato Italmark. I malviventi sono riusciti a forzare una porta laterale per accedere all’interno, aiutandosi con grande probabilità con un piede di porco. Una volta dentro i ladri hanno afferrato due computer Mac sistemati sulle scrivanie degli uffici e poi si sono diretti nella sala di esposizione dei veicoli. Così la banda ha «scelto» con attenzione i veicoli da rubare e poi, con un flessibile, è stato forzato l’ingresso commerciale nel retro dell'autosalone da cui sono state fatte uscire le vetture, caricate con ogni probabilità su uno o più camioncini. Nella lista delle macchine rubate figurano una Porsche, una Bmw ed una Ford per un importo di circa 70mila euro. Poi, nel cuore della notte, i ladri si sono dileguati per le strade della zona. Purtroppo l'autosalone non dispone di telecamere (i titolari le installeranno a gennaio), dunque non è stato possibile acquisire immagini utili alle indagini. E le forze dell’ordine non dispongono nemmeno di testimonianze,di qualcuno che abbia notato qualcosa di sospetto. Non è la prima volta che la concessionaria subisce un furto. Quattro mesi fa, usando un tombino, i ladri avevano spaccato la vetrata penetrando nel salone; in quella circostanza si erano limitati al furto di altri quatro copmputer. Nella notte di Santa Lucia, invece, il bottino è stato più consistente. «Sono rimasto senza parole», è stato il commento sconsolato di uno dei titolari dell'autosalone. La mattina del 13 dicembre al momento dell’apertura i proprietari hanno scorto dei vetri in frantumi e hanno subito intuito il peggio. Hanno denunciato il furto alla stazione dei carabinieri e successivamente si sono occupati di ripristinare le entrate che i malviventi avevano forzato per entrare nell'autosalone. •