Infrastrutture & Territorio

31.10.2017

Che cosa manca per poter accendere le ruspe sui cantieri della Tav Brescia-Verona? In pratica solo tre passaggi, che si possono però dare ormai per scontati da quando il Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, ha approvato i fondi e il progetto definitivo a fine luglio: manca il via libera della Corte dei Conti sui fondi e sul contratto con Italferr e Cepav; quindi la pubblicazione in Gazzetta ufficiale; infine la dichiarazione di pubblico interesse per poter procedere con gli espropri.

Condividi la notizia