Lesioni alla scuola elementare Il Comune mette la stampella

La scuole elementare «Tita Secchi» di Botticino Mattina
La scuole elementare «Tita Secchi» di Botticino Mattina (BATCH)
Greta Maffei 24.03.2018

Sos per l’edificio scolastico della scuola primaria Tita Secchi di Botticino Mattina che negli ultimi mesi è stato oggetto di un intervento di messa in sicurezza per delle lesioni riscontrare sull’immobile. La criticità è stata rilevata nel corso dei sopralluoghi necessari alla redazione dello studio di vulnerabilità sismica, in corso per tutte le scuole del comprensorio comunale. A FRONTE della scoperta, lo scorso 18 gennaio il personale dell'ufficio Lavori pubblici ha richiesto un ulteriore sopralluogo all’ingegnere Ferruccio Massardi, il quale ha confermato la formazione di crepe in mezzeria della trave di bordo, in corrispondenza delle finestre degli uffici della Direzione scolastica. Lo stesso giorno un’impresa edile ha provveduto a puntellare le finestre del piano terra. Il professionista, dopo aver verificato l'idoneità dell’intervento volto a garantire una maggiore sicurezza, è stato incaricato di redigere con urgenza il progetto per l’intervento definitivo, in attesa del quale a fine gennaio è stata formalizzata la comunicazione in cui si dichiarava che «le opere provvisionali approntate sono idonee per la sicurezza della fruizione della scuola». Il progetto per il rinforzo strutturale finalizzato alla risoluzione in via definitiva è stato consegnato a inizio marzo. La data dell’intervento è in corso di pianificazione, in accordo con la direzione didattica, per non intralciare il normale svolgimento delle attività scolastiche. In ogni caso l’impegno è di procedere nel più breve tempo possibile, ancor di più trattandosi di una scuola. Nel frattempo l’ufficio Lavori Pubblici ha provveduto ad aggiornare il dirigente scolastico Denis Angelo Ruggeri riguardo ai passi da intraprendere per risolvere il problema. Paolo Rabaioli, vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici di Botticino, si dichiara «soddisfatto della celerità dell'intervento sulla scuola, ringrazio l'ingegnere Massardi per la professionalità, lo staff dell'ufficio del Comune per l'impegno dimostrato nell'occasione, e il professor Ruggeri per l'attenta collaborazione». L’amministratore afferma: «Questo intervento dimostra la validità e l'importanza dello studio di vulnerabilità sismica, ormai in via di conclusione, attivato in via preventiva ai fini di tutelare i nostri bambini e il personale degli istituti scolastici di Botticino e in generale tutti gli edifici di proprietà del Comune». • © RIPRODUZIONE RISERVATA