Grazie a «Vita nei borghi» la tradizione è da gustare

Ghiottoni a spasso per i vicoli del centro della Pieve di Tremosine
Ghiottoni a spasso per i vicoli del centro della Pieve di Tremosine
L.SC.31.08.2018

Le atmosfere da borgo antico, i sapori della cucina autentica, musica e tanto divertimento: «Vita nei borghi», evento organizzato per domani sera dalla Pro Loco di Tremosine, è un appuntamento che lascia il segno. Si terrà per la diciottesima volta nel meraviglioso centro di Pieve, uno dei borghi più belli e più gustosi d’Italia. Il cuore rurale di Tremosine produce infatti ottimi prodotti caseari, miele ed altre delizie, ingredienti fondamentali nelle ricette locali. «Vita nei Borghi» permetterà di gustare i piatti tipici della tradizione percorrendo i vicoli del paese, magari fermandosi nelle piccole corti o sotto uno dei tipici «vòlti», a suon di musica e brindisi. UN MENÙ RICCO e rinnovato quello preparato alla Pieve, adatto a rappresentare la complessità della cucina gardesana, da sempre in bilico tra sapori di lago e di montagna: bruschette all’olio del Garda e pasta di olive, antipasto all’italiana dell’Alpe del Garda, «capù», «tortei» alla Formagella, pesce fritto con polenta e dolci tradizionali. Non mancherà lo spiedo bresciano, da gustare con polenta gialla o polenta «cùsa» (con formaggi). Tra le novità i formaggi d’alpeggio e i «sapori contadini», con il meglio della norcineria, prodotti caseari e vino di Tremosine. Oltre a piatti prelibati e magnifici scorci (su tutti la leggendaria terrazza del brivido), «Vita nei borghi» offrirà l’occasione di conoscere i vini del lago, grazie all’abbinamento con Chiaretto, Groppello e il più famoso Lugana, tutti della Cantina Franzosi di Puegnago. A partire dalle 19.30 i partecipanti dovranno come sempre munirsi di «Europoldi», la moneta ufficiale dell’evento, e poi lasciarsi semplicemente guidare dai profumi delle pietanze.