Gli scout festeggiano padre Augusto

Padre Augusto Tollon
Padre Augusto Tollon
Sergio Zanca 28.07.2018

Padre Augusto Tollon, dei Carmelitani, è legato a doppio filo a Salò. Per il ricordo che ha lasciato in riva al Garda, e soprattutto perché, ormai più di 40 anni fa, fu tra i protagonisti dell’operazione pineta, che permise si ripristinare una parte di territorio dopo un devastante rogo. Per salutarlo e per ringraziarlo, nel tardo pomeriggio di oggi, alle 18, nel santuario del Carmine di San Felice, gli scout festeggeranno con lui i 50 anni dall’ordinazione. L’INCENDIO. Dopo i roghi dei mesi a cavallo tra il ’71 e il ’72, il monte San Bartolomeo presentava un aspetto secco e desolato: sterpaglia e tronchi carbonizzati, disseminati in modo caotico, ne costituivano lo squallido panorama. Gli scout, che avevano già fatto esperienze analoghe nel Parco Nazionale dello Stelvio e in quello d’Abruzzo, studiarono un piano d’azione coinvolgendo le realtà locali: il Corpo Forestale dello Stato, il WWF, il Cai, gli Alpini, la Regione, il Centro italiano ricerche educazione ambientale, la Comunità Montana, il municipio di Salò, l’azienda autonoma di soggiorno e turismo, i Volontari del Garda e tante altre associazioni. All’inizio venne ripulito il sottobosco, poi estirpati i rovi che occludevano i sentieri, minacciando di soffocare anche gli alberi risparmiati dal fuoco. Una pineta, quella di Salò, creata nel lontano 1925. E duramente colpita dai roghi: degli ottomila pini neri d’Austria, tremila erano andati in fumo. GLI ESPERTI consigliarono di mettere a dimora cipressi, pini d’Aleppo e strobi, betulle, aceri, roverelle, carpini neri e frassini. 23mila ore di lavoro complessive, 3.850 volontari in campo, con gente arrivata da ogni parte d’Itala, dieci anni di impegno (dal 30 novembre ’75 al 30 novembre ’85). Con il tempo le scarpate si sono consolidate, e nuove colonie (sia vegetali che animali) si sono insediate. La zona insomma è tornata a vivere, recuperando almeno in parte l’aspetto che aveva prima che le fiamme la devastassero. Padre Tollon, ordinato sacerdote a Cerasolo, in provincia di Venezia, è stato per 13 anni sul Garda, e ha seguito come assistente spirituale gli scout dei gruppi Agesci Salò, San Felice e Desenzano, partecipando all’operazione pineta. Laureatosi a Milano in Psicologia e Pedagogia, è stato parroco a Bologna e Pisa. Oggi i festeggiamenti per i 50 anni dalla sua ordinazione. Tra ricordi, abbracci e tanta allegria. • © RIPRODUZIONE RISERVATA