Desenzano «perde» la guardia medica turistica e pediatrica

Il sindaco Guido Malinverno
Il sindaco Guido Malinverno
01.08.2018

Già a partire da questa mattina Desenzano perderà due importanti servizi offerti dall’Ats, l’autorità sanitaria locale, che saranno trasferiti dal complesso commerciale «Le Vele» (dove erano operativi da anni) alla Rsa «Beretta» di Padenghe: si tratta dell’ambulatorio pediatrico del sabato e della guardia medica turistica. A questi si aggiunge un ulteriore spostamento, anche se quasi a chilometro zero: il servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica) è stato trasferito dalle Vele alla casa di riposo Sant’Angela Merici, rimanendo comunque a Desenzano. LA QUESTIONE è stata sollevata dall’ex sindaco Rosa Leso, che ha parlato degli «effetti molto negativi» del doppio trasferimento: «Mi chiedo - ha aggiunto - se non era possibile reperire altri locali idonei nel nostro territorio, il secondo Comune più popolato della provincia e dall’altissima vocazione turistica». Ma il tutto è accaduto all’insaputa del primo cittadino: «Sono molto dispiaciuto - ha detto infatti il sindaco Guido Malinverno - perché non ci è mai stato comunicato nulla, personalmente l’ho saputo per caso, e dall’Ats mi è stato confermato solo quando la decisione ormai era stata presa. Hanno fatto tutto senza informarci, a mio avviso un atteggiameno non consono: avrebbero potuto e avrebbero dovuto dircelo, perché così non stanno certo facendo un bel servizio alla nostra città». E sul motivo del trasferimento: «La proprietà dell’immobile in cui si trovava attualmente è fallita - ha spiegato ancora Malinverno - e il curatore fallimentare l’ha messo all’asta». •