Tragedia sulla
Maddalena: un morto
e un ferito grave

Sul monte Maddalena ieri sono intervenute le eliambulanze
Sul monte Maddalena ieri sono intervenute le eliambulanze
Mario Pari 21.09.2018

Una zona in cui si va innanzitutto per immergersi nel verde e per trascorrere momenti indimenticabili nella natura. Ieri, il monte Maddalena e la cascina Margherita si sono trasformati in uno scenario di morte. Una tragedia sul lavoro in cui sono rimaste coinvolte due persone. In un caso le conseguenze sono stati diversi traumi e il ricovero in ospedale in eliambulanza. Anche nel secondo caso e sempre con l’apporto dell’elicottero si è proceduto al ricovero, ma la situazione era apparsa molto più grave sin da quando sono stati prestati i primi soccorsi. Un arresto cardiaco con il personale sanitario che era però riuscito a fare in modo che il cuore riprendesse a battere. Al punto da poter partire in eliambulanza per raggiungere l’Ospedale Civile di Brescia. Ma nelle ore successive, per la vittima più grave dell’infortunio non c’è stato nulla da fare. Il cuore ha cessato nuovamente di battere e stavolta per sempre. Il gravissimo incidente è avvenuto poco prima delle 15.30. Della ricostruzione si stanno occupando i tecnici dell’Ats, intervenuti sul posto con i poliziotti della Volante. Ma si tratterebbe della caduta da un’altezza di circa 5-6 metri. Una caduta avvenuta mentre i due si trovavano su una macchina agricola ed erano impegnati in operazioni di potatura. Le conseguenze irreversibili sono state per un uomo di 57 anni, mentre chi ha riportato le lesioni serie ha 37 anni. Secondo i primi accertamenti la persona deceduta sarebbe residente nella Bassa. Gli elicotteri intervenuti sul monte Maddalena si sono alzati in volo da Brescia e da Verona. Raggiungere il luogo del duplice infortunio non è stato facile per tecnici dell’Ats e per i poliziotti. E anche le comunicazioni sono risultate particolarmente difficoltose. Servirà inoltre altro tempo per ricostruire dettagliatamente la dinamica della tragedia. CASCINA MARGHERITA è stata al centro di un notevole lavoro di ristrutturazione negli anni passati. Nei pressi dell’immobile è presente un roccolo e a quanto si è appreso le vittime dell’infortunio erano impegnate proprio nei lavori di potatura degli alberi del roccolo. Un tipo di lavoro con ogni probabilità svolto tante altre volte senza alcuna conseguenza. Tutto è andato diversamente nel pomeriggio di ieri e anche se alcuni accertamenti dovranno essere ancora svolti, al momento, rimane la certezza di una tragedia che non ha lasciato scampo a una persona. • © RIPRODUZIONE RISERVATA