Stadio, «Cellino deve
pagare il progetto
di Cremonesi»

Massimo Cellino: è il presidente del Brescia
Massimo Cellino: è il presidente del Brescia
Eugenio Barboglio 13.03.2019

Il progetto del nuovo stadio del Brescia firmato dallo studio Crew di Lamberto Cremonesi dovrà essere pagato e in fretta dalla società guidata da Massimo Cellino. Lo ha deciso il Tribunale di Brescia che ha accolto la richiesta dello studio di ingegneria e architettura bresciano, concedendo la provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo.

LA VICENDA risale al 2017 quando Crew consegna, è luglio, il progetto di un impianto da 16 mila posti per un investimento superiore ai 25 milioni commissionato dalla società allora presieduta da Alessandro Triboldi. Un preliminare che riscrive completamente il vecchio Rigamonti. E che a prescindere dal fatto che venga realizzato o no va pagato. Lo pensano i progettisti, ma non la pensa come loro il nuovo presidente delle Rondinelle, Massimo Cellino. La nuova proprietà insieme a cartellini di giocatori, marchio, staff, concessione con il Comune eccetera ha anche ereditato i debiti. E tra questi c’è anche quello con lo studio Cremonesi per il progetto del nuovo Rigamonti. La fattura insomma non viene pagata, e allora a Crew per vedere riconosciuto il credito non resta che rivolgersi all’autorità giudiziaria affinché provveda con un decreto ingiuntivo. Cosa che il giudice ha fatto, riconoscendo le ragioni del progettista. Il provvedimento del tribunale lascia 40 giorni di tempo al Brescia di Cellino per pagare la fattura oppure per fare ricorso. In assenza di ricorso si procederà alla esecuzione forzata con la quale verrà ordinato al debitore, la società di via Bazoli, il pagamento della somma dovuta. L’ingiunzione di pagamento rappresenta un punto fermo in una vicenda, quella dello stadio del Brescia particolarmente intricata. Di cui l’offerta degli australiani e il tema dell’intervento provvisorio sull’attuale impianto di Mompiano, giusto per permettere, con interventi minimali, di disputare un eventuale campionato di serie A sono solamente gli ultimi capitoli. A monte c’è la progettazione di Crew di Cremonesi rimasta in un cassetto ma che ora costringerà Cellino a mettere mano al portafogli. Salvo ricorrere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA