«Spacciatore» di zenzero in manette

Gli arresti sono stati messi a segno dalla Polizia di Stato   FOTOLIVE
Gli arresti sono stati messi a segno dalla Polizia di Stato FOTOLIVE
P.BUI. 10.02.2019

Di polverina si trattava, ma non di sostanza stupefacente. Pusher «droghiere» creativo quello finito in arresto nei giorni scorsi, non certo per spaccio, ma per monete false. Il fatto è che il tunisino di 35 anni è stato sorpreso sì a cedere una dose di eroina, ma eroina non era. SI TRATTAVA piuttosto di una spezia: lo zenzero. Una polvere dalle proprietà benefiche e rivitalizzanti per tutto il corpo che, però, poco avranno soddisfatto i clienti dello spacciatore. Lo straniero, perquisito dagli agenti della Polizia di Stato, è stato comunque trovato in possesso di materiale illegale: in tasca aveva undici banconote da 50 euro contraffatte. Per lui è quindi scattato l'arresto per il reato di spendita e introduzione di monete falsificate. Di vera cocaina si trattava, invece, per un cittadino albanese di 40 anni, colto in flagranza con 30 grammi di droga, un bilancino di precisione e l'occorrente per confezionare le dosi che poi avrebbe smerciato. Anche lui, come lo spacciatore di zenzero è stato individuato durante l'attività di controllo del territorio condotta dalla Squadra Volante e dalla sezione criminalità diffusa della Squadra Mobile. L'ultimo arresto ha riguardato un altro tunisino sorpreso in via Solferino mentre spacciava a un italiano una dose di cocaina. •