Rischio idrogeologico una giornata per sapere

La presentazione della giornata
La presentazione della giornata
MA.VE.12.10.2018

La sicurezza parte dalla prevenzione. Sapere come comportarsi in caso di calamità naturali è indispensabile per salvare se stessi e le altre vittime: nelle piazze italiane torna «Io non rischio», campagna promossa dal Dipartimento della Protezione civile con Anps, Ingv, con la rete dei laboratori universitari di ingegneria sismica e Fondazione Cima, con il supporto di Regioni, Province e Comuni. In provincia di Brescia i gazebo informativi saranno presenti domani dalle 10 alle 18 a Castenedolo, Gavardo, Roè Volciano e Cologne, oltre che in corso Zanardelli in città; domenica, invece, tutte le associazioni interessate si ritroveranno in Largo Formentone sempre dalle 10 alle 18 e a Gavardo solo al mattino. «Si parlerà del rischio sismico in tutte le piazze, ad esclusione di Cologne dove verrà affrontato il tema del rischio idrogeologico – spiega Maria Ferrari, referente del progetto per la Provincia -. Domenica la piazza sarà multirischio». «La Protezione civile si propone ai cittadini, per far conoscere le pratiche di autoprotezione: è importante conoscere i rischi e sapere cosa fare in caso di emergenza», ha spiegato Antonio Bazzani, consigliere provinciale con delega alla Pc, mentre l’assessore competente del Comune di Brescia, Valter Muchetti, ha parlato di «una grande opportunità di conoscenza: questa iniziativa non è per incutere timore, ma per informare». «“IO NON RISCHIO“ servirà anche a far conoscere i piani comunali di Protezione civile», ha sottolineato Elsa Boemi, responsabile del settore Pc della Loggia. Le amministrazioni sono infatti impegnate per prevenire i rischi: Bazzani ha ricordato gli interventi a Sonico, dove «le criticità sono monitorate continuamente», mentre Muchetti ha assicurato «l’attenzione per la manutenzione ordinaria», con un occhio di riguardo per le zone più a rischio.