Città Pizzeria dell’anno: ecco le magnifiche 10!Città | Città

Pizzeria dell’anno: ecco le magnifiche 10!

14.10.2018

Le migliori dieci sono in finale. Tutte le altre possono consolarsi con lo straordinario affetto dimostrato dai rispettivi clienti. Un amore senza limiti, come testimonia il fiume di schede arrivate in redazione nelle ultime settimane: in totale quasi duecentomila voti. Per l’esattezza 183.840: una piccola parte in chiaro, riassunti nella tabella che pubblichiamo a lato; la stragrande maggioranza «secretati», per regalare mistero e suspense al momento della proclamazione. «LA PIZZERIA dell’anno» sarà eletta nel corso della cerimonia di premiazione che concluderà la grande sfida: vi parteciperanno le dieci pizzerie più votate dai lettori buongustai di Bresciaoggi. In rigoroso ordine alfabetico: «Cimpizzeremo» di Gussago, «Fiocco di Neve» di Montecampione, «Il ritorno della Diaz» (novità degli ultimi giorni) di Brescia, «Il Veliero» di Malonno (ultima capolista della classifica in chiaro), «La Luce sul Lago» di Manerba sul Garda (a lungo prima assoluta), «La Piazzetta» di Monticelli Brusati, «La Torretta - Da Mauri» di Montichiari, l’«Oasi» di Leno (protagonista della prima ora), «Piz Bon» di Edolo e «Prati Verdi» di Pontoglio (altra capolista a rotazione). Chi vincerà? Impossibile dirlo: con gli extrabonus da 50 punti che hanno chiuso i giochi, dopo tre mesi di battaglia punto a punto e due superbonus da 25 proposti durante il percorso, tutto può succedere. Basti pensare che tutte le pizzerie classificate dall’undicesimo posto in giù hanno raccolto complessivamente meno di 20 mila voti. E le pretendenti alla vittoria assoluta oltre 160 mila. LA FORMULA del successo sarà a cinque cifre e promette un finale entusiasmante. Con un pizzico di rimpianto, probabilmente, per chi ha mancato di poco l’ingresso nella Top Ten: dalla «Sfiziosa» di Gargnano, prima delle escluse con 3.274 voti, alla «Vecchia» di Sabbio Chiese, che è partita tardi, ma ha saputo mettere sul piatto della bilancia solo dieci voti in meno (3.264) e ha chiuso al dodicesimo posto assoluto. New entry dell’ultim’ora anche la pizzeria «Al Capri» di via Brescia, a Palazzolo sull’Oglio, che ha puntato tutto sulla volata finale e ha chiuso tredicesima, davanti alla «Vesuvio» di via Mezzocolle, a Desenzano del Garda, «Edoné» di via Roma a Roè Volciano e a «Stop & Go» di via Roma a Marone. Più distaccate, ma comunque protagoniste, la pizzeria «Stella Alpina» di via Valle Dorizzo a Bagolino, «Da Ezio» di via Corobbiolo a Lonato del Garda, «Da Maddalena» di via Oberdan alle Bettole di Castenedolo e «Agerola» di via Marconi a Serle. Saranno sicuramente le prime ad applaudire le «magnifiche dieci» e la vincitrice assoluta, perché - quale che sarà la «Pizzeria dell’an- no» - hanno vinto tutte, accendendo i riflettori per più di tre mesi su una delle realtà più floride - e spesso sottovalutate - dell’enogastronomia e della ristorazione. •