Pasticceria per
cani. Sui social
è polemica

La vetrina della nuova pasticceria per cani in corso Zanardelli
La vetrina della nuova pasticceria per cani in corso Zanardelli
20.11.2017

Il business a quattro zampe non conosce frontiere. Fa discutere l’apertura in corso Zanardelli, a due passi dal Teatro Grande, di una pasticceria artigianale per cani. L’iniziativa è dell’azienda «DoggyeBag» di Bagnolo Mella che da alcuni anni ha lanciato sul mercato prodotti di pasticceria destinati ai cani. I prodotti proposti vanno dal «candoro» al «canettone gourmet con anatra e arancia», passando per i cantuccini con le mandorle, i «biscotondi» e la «birthday dog cake da 260 grammi», con un prezzo medio tra i 5 e i 10 euro.

«La pasticceria per cani - spiegano i titolari della nuova attività - nasce dall’assoluta convinzione che nell’immediato futuro i nostri amici a 4 zampe diventeranno, a tutti gli effetti, membri ufficiali delle nostre famiglie, cui verranno riconosciuti diritti fondamentali ad oggi sconosciuti tra i quali la possibilità di alimentarsi, finalmente, in maniera sana». Tra i prodotti commercializzati ci sono torte, merende, biscotti, snacks appositamente per cani sulla base di «ricette equilibrate dal punto di vista nutrizionale che contengono le vitamine e i minerali essenziali di cui il cane ha bisogno in tutte le fasi della vita», si legge nella presentazione.

L’APERTURA del nuovo negozio sul centralissimo corso Zanardelli ha però innescato le polemiche che in poche ore hanno inondato i social. Nel mirino dei detrattori soprattutto l’opportunità di aprire un’attività che suona come un insulto nei confronti di chi deve tirare la cinghia per arrivare a fine mese. Dall’altra parte c’è chi saluta con entusiasmo la nuova iniziativa a misura di quattro zampe.

Condividi la notizia